Spiaggetta del “Belvedere”. Assolto l’ex sindaco Vago

alt Blevio Ieri in Appello
In primo grado erano stati assolti in nove su dieci. In appello è giunta l’assoluzione anche per l’ultimo imputato, l’ex sindaco di Blevio Alessandro Vago. Si è chiusa così la vicenda della spiaggetta del “Belvedere” che all’origine aveva portato di fronte al giudice anche nove consiglieri e assessori comunali della maggioranza di allora. Il primo cittadino era stato condannato a 11 mesi per falso in atto pubblico e abuso d’ufficio. La vicenda risale al 2008, quando l’amministrazione comunale

aveva deciso di cedere la piccola porzione di litorale a un privato. Un passaggio che per la procura di Como era irregolare in quanto la spiaggetta non era del comune ma del demanio. Da qui la condanna del sindaco che i giudici di secondo grado ieri hanno ribaltato assolvendo Vago in quanto «il fatto non costituisce reato». «Questo dimostra come l’impegno del mio cliente sia stato finalizzato a reperire risorse per il bene di Blevio e non certo per favorire un privato», ha commentato l’avvocato Claudio Bocchietti, difensore di Vago insieme con Renato Papa.

Nella foto:
Le proteste per la spiaggia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.