Spina Verde, palizzata pericolante, sarà sostituita da una struttura metallica

Palizzate di legno divelte in più punti nel Parco Spina Verde, tesoro archeologico alle porte di Como. Accade in particolare nel sito denominato “Roccia di Pianvalle”, vasto affioramento di arenaria, probabile luogo di culto di difficile datazione (l’area abitata a fianco è del V secolo a.C.), che reca in sommità molte suggestive incisioni (un omino, un’ascia, una ruota a raggi per rappresentare il sole), ed è per questo meta di scolaresche e gitanti a caccia, in questi giorni, di castagne.

Come si vede dalle foto accanto che ci sono state spedite in redazione da un lettore domenica scorsa, la palizzata è interrotta in più punti e molte giunzioni metalliche risultano mancanti mettendo così a repentaglio la sicurezza.

«Escludo sia l’opera di vandali. I pali sono vecchi e deteriorati, risalgono a una decina di anni fa – spiega il presidente del parco, Giorgio Casati – Li sostituiremo presto con una palizzata metallica, già approvata dalla Soprintendenza. Il prossimo mese avremo i soldi per pagare l’intervento e la palizzata sarà in opera attorno a febbraio. La palizzata in legno attorno alla Fonte Mojenca, altro sito importante del parco, sarà invece mantenuta». «In tutto l’anno prossimo avremo circa 100mila euro da investire nella manutenzione del parco», conclude il presidente Casati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.