Sport, Abodi: "Vorrei che Ics diventasse banca della scuola"

L'Istituto dovrà sempre più integrarsi nell'ambito culturale

(ANSA) – MILANO, 23 NOV – "Vorremmo che l’Istituto diventasse anche la banca della scuola, per occuparci delle infrastrutture sportive scolastiche". E’ l’auspicio di Andrea Abodi, presidente dell’Istituto per il Credito sportivo, convinto che su questo fronte "abbiamo molte cose da fare: per alimentare fiducia e speranza dobbiamo impegnarci di più. La nostra è una banca nata per lo sport che dovrà sempre più integrarsi nell’ambito culturale". "Noi – ha spiegato Abodi, ospite di un appuntamento online organizzato da Rcs Academy sulle prospettive dell’industria dello sport nell’emergenza Covid – possiamo intervenire nella palestra scolastica ma non sul plesso scolastico, perché la scuola non è considerata infrastruttura culturale. E questo fa capire come siamo indietro. Sulle infrastrutture dobbiamo fare un salto di qualità". Gli interventi dell’Istituto nelle scuole "li facciamo in modo incidentale, non strutturale, ma lo sforzo deve essere comune", ha aggiunto Abodi, sottolineando che "questa è una fase in cui non mancano le risorse, a livello comunitario, governativo, regionale e dell’Istituto, quindi sono fondamentali l’agenda, la collaborazione, la visione e la missione. Tutti questi sforzi rischiano di essere sacrificati sulla mancanza delle giuste sensibilità". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.