Sport e salute: Sabelli "mancano presupposti per proseguire"

Lettera al ministro Gualtieri

(ANSA) – ROMA, 20 DIC – "Le significative modifiche alla governance di Sport e Salute proposte con l’art. 29 dello schema di decreto legge recante ‘Disposizioni organizzative urgenti e proroghe di termini previsti da disposizioni legislative in scadenza’ prefigurano il venire meno di uno dei presupposti fondamentali che mi avevano indotto a offrire al Governo la mia disponibilità a guidare la Società, chiamata dalla legge 145/2018 a implementare la Riforma dello sport italiano, cui la stessa legge ambisce". E’ il passaggio della lettera inviata al ministro dell’Economia Roberto Gualtieri e per conoscenza a quello dello sport e delle politiche giovanili, Vincenzo Spadafora, con cui l’ormai ex n.1 di Sport e Salute, Rocco Sabelli, ha annunciato le sue dimissioni. Il riferimento, si legge in una nota, è – nelle parole di Sabelli – alla "visione diversa della Riforma da quella originariamente prospettata" e alla convinzione che le modifiche alla governance proposte "siano scaturite anche da una sintonia con l’attuale ministro Spadafora mai nata e, credo, difficilmente possibile in futuro per evidenti e sperimentate diversità di cultura, linguaggio e metodi". Sabelli, nel comunicare al Ministro la decorrenza immediata delle dimissioni, ha garantito la più completa "disponibilità a supportare l’ordinato e migliore avvicendamento della responsabilità e della gestione". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.