Sport, storie di traslochi e migrazioni, ma c’è sempre chi sta peggio

La piscina di Muggiò

Una sezione del sito Internet del Comune di Como è intitolata “Grandi impianti sportivi”. Non si comprende il motivo per cui non venga citato il caro vecchio stadio Sinigaglia, ma sono soltanto 6 le strutture presenti: le tre piscine due delle quali (Muggiò e Sinigaglia) chiuse in questi giorni, il Campo Coni e lo stadio del ghiaccio (entrambi con noti problemi strutturali) e il centro sportivo Caduti di Nassiriya di Sagnino, con ben due campi da calcetto, un campo da tennis e una pista di skateboard.

L’elenco degli impianti, si legge, è stato aggiornato il 24 giugno 2019. Una piscina, un palazzo del ghiaccio e un paio di campetti per fare due tiri a calcetto o a tennis.


Un’offerta che si avvicina a quella di un paese di provincia. In una seconda sezione del sito Internet, aggiornata il 22 novembre, ci sono anche gli “impianti sportivi comunali minori”, con le palestre di via Giussani, il Palasampietro (a Casnate ma in concessione al Comune di Como per circa 140mila euro all’anno), tutte le palestre delle scuole, perlopiù inibite a pubblico e società sportive e i campi da calcio.

La città di Giuseppe Sinigaglia, Gianluca Zambrotta e Anna Cappellini, solo per citare tre campionissimi nati e cresciuti sul Lario, non è una città per sportivi o quantomeno per impianti sportivi. Se la situazione delle carenze di strutture del capoluogo è drammaticamente lampante, non è che il resto della provincia se la passi meglio.

In attesa della nuova omologazione del Palasampietro, dopo i lavori alle balaustre, ad oggi il palazzetto più grande della provincia di Como è il vecchio Parini di Cantù, inaugurato nel 1956, meno di mille posti a sedere.
La Pallacanestro Cantù è dovuta migrare a Cucciago nel 1974, quindi a Desio per qualche partita dal 2012 e per tutti i campionati dal 2016.
La Briantea 84, tra le indiscusse regine d’Italia e d’Europa nel basket in carrozzina disputa le sue gare a Meda, mentre in precedenza aveva giocato anche a Seveso, sempre fuori provincia.

Sono state sfrattate dalla piscina olimpica di Muggiò, a causa di carenze strutturali e lavori, la centenaria Como Nuoto di serie A2 maschile e femminile e la Pallanuoto Como di serie B, finite tra Monza, Varese e Busto Arsizio. L’elenco potrebbe proseguire con tante storie, purtroppo ben note.
Impossibile dimenticare ad esempio che il Palasampietro venne realizzato dalla Comense, e non dalla pubblica amministrazione, per fare fronte alle carenze dell’impianto comunale di Muggiò. Lo scheletro del “Palababele bis” è ancora ben visibile a Cantù, prima del centro commerciale di corso Europa. Certo, non mancano alcuni sogni realizzati sul territorio, citiamo il Centro remiero di Eupilio, sul Lago di Pusiano, o la nuova palestra di Olgiate, un po’ poco per dire che Como e la sua provincia negli ultimi anni siano attenti allo sport.

Ma c’è sempre chi sta peggio, si suol dire. E infatti Como e la sua provincia, rispetto al resto d’Italia, si sono addirittura guadagnate il titolo di “territorio sportivo” in base all’ultima ricerca sulla Qualità della Vita del Sole 24 ore. Siamo alla posizione 38 su 107 province, con un miglioramento di 16 posti rispetto all’anno precedente.

Da sottolineare come il tasso di “praticabilità sportiva” colloca Como 19ª. Metà classifica alla voce “sport di squadra”, decisamente meglio (35°) negli sport individuali, con un picco (14°) nel ciclismo. Male, invece, il nuoto (85ª). Interessante è poi la voce “Sport e storia”, dove Como è in quarta posizione. Si tratta della prima realtà lombarda e in Italia si piazza dietro solo a Trieste, Verbania e Genova.

Per numero di sportivi tesserati nelle federazioni Coni, Como è addirittura 10ª in Italia (seconda in Lombardia); la provincia lariana spicca nei numeri legati allo sport paralimpico e allo sport per i bambini, mentre deve migliorare alla voce “sport femminile”. E le strutture sportive? Eccoci al 37° posto a livello nazionale. Probabilmente i freddi numeri non considerano la praticabilità effettiva delle strutture sul territorio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.