Spt e Comune verranno risarciti per via Anzani

Dopo un lungo contenzioso
Problemi per edifici e autosilo: Palazzo Cernezzi si rivale sull’impresa pugliese
Si avvia alla chiusura, dopo anni, la disputa tra Palazzo Cernezzi e chi realizzò il compendio immobiliare tra via Anzani e via Castelnuovo.
Il Piano integrato di intervento aveva, tra l’altro, beneficiato di un contributo regionale di 2 milioni e mezzo di euro (5 miliardi dell’epoca). Il progetto venne approvato nel 1998: complesso residenziale e commerciale con sottostante autorimessa di tre piani. A vincere la gara fu la società Dinvest spa di Bari, con la quale veniva stipulato il contratto
nel giugno del 1999 per un importo complessivo delle opere di 7 milioni di euro al netto di un ribasso d’asta del 31,04%. Contestualmente alla stipula del contratto, la società rilasciava a favore del Comune e di Spt una polizza fideiussoria a garanzia dell’esatto adempimento delle obbligazioni. I lavori vennero ultimati nel novembre del 2003. «Il certificato di collaudo, mai approvato dagli enti appaltanti (Comune e Spt), evidenziava una serie di anomalie e difetti costruttivi», è la tesi di Palazzo Cernezzi. Nel corso del 2007, permanendo problemi di infiltrazione nell’autorimessa e vizi di costruzione in alcune unità abitative, veniva assegnato all’impresa un termine per la completa e definitiva eliminazione dei vizi riscontrati.
L’impresa manifestava la volontà di risolvere le problematiche rilevate, ma nel luglio 2010, in occasione di un nuovo collaudo, le anomalie e i difetti risultavano ancora presenti. Il debito nei confronti degli enti appaltanti, per anomalie e difetti costruttivi, è stato quantificato in 282mila euro, e, considerato l’inadempimento dell’impresa, il settore Legale del Comune ha così deciso di procedere con l’escussione della fideiussione.

Nella foto:
L’autosilo e le palazzine realizzati in via Castelnuovo nell’ex area Spt (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.