Stadio e palazzetto: bando pubblico per la riqualificazione

Lo stadio Sinigaglia visto dal Monumento ai Caduti Lo stadio Sinigaglia visto dal Monumento ai Caduti

La «Città condivisa» muove i primi passi con un confronto alla luce del sole tra gli amministratori e le maggiori associazioni di categoria.
Il dibattito è vero e, al di là dei formalismi di rito, emergono i problemi che attanagliano Como: i parcheggi, innanzitutto. E poi, la mobilità (da rivedere) e le strategie di sviluppo, non più schiacciate sull’espansione edilizia.
È questo, in estrema sintesi, il senso di due ore di discussione andate in scena ieri pomeriggio in Sala Stemmi, a Palazzo Cernezzi.
Una discussione aperta da relazioni snelle dell’assessore all’Urbanistica del capoluogo, Lorenzo Spallino, e dal dirigente del settore Pianificazione, Giuseppe Cosenza. E punteggiata dagli interventi dei rappresentanti di tutti i settori economici del territorio: dal presidente delle imprese edili al presidente degli industriali, dal numero uno dei commercianti ai delegati degli artigiani.
Un metodo nuovo – quello del confronto a viso aperto – dal quale sono scaturite alcune notizie degne di nota.
La prima riguarda l’intenzione del Comune di dare via libera, nei prossimi sei mesi, a un bando di gara per la riqualificazione dello stadio Sinigaglia e del Palazzetto di Muggiò. Sulla base di uno studio di fattibilità di Palazzo Cernezzi, i privati potranno presentare le loro offerte. «Allo stato attuale – ha detto Cosenza – non esistono progetti diversi per lo stadio depositati in Comune».
La seconda notizia di rilievo è giunta dallo stesso assessore Spallino. «La città – ha detto il titolare dell’Urbanistica – deve decidere in fretta se andare avanti sul progetto del campus. Non è possibile mantenere a lungo la destinazione attuale in assenza di novità significative».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.