Stadio, ristrutturazione di piscina Sinigaglia e palestra, novità in vista
Territorio

Stadio, ristrutturazione di piscina Sinigaglia e palestra, novità in vista

Zona stadio, uno scrigno ricco di gioielli. Alcuni ben visibili come il paesaggio offerto dal Lago di Como, altri celati all’interno degli storici edifici che sorgono nell’area. A partire dalla splendida piscina Sinigaglia e dalla palestra esistente all’interno del complesso dello stadio. Due luoghi di cui si torna parlare in un periodo in cui, purtroppo, l’area stadio è tornata d’attualità per un’aggressione brutale e per la scarsa sicurezza.

A suggerire alcune idee è l’architetto comasco Paolo Donà che inizia dalla piscina che «ospita uno storico ponte per tuffi originariamente composto da piattaforma da 5 metri e un doppio trampolino da 3 metri e alla base da un doppio trampolino da 1 metro. L’aggiornamento delle normative di sicurezza ha comportato l’eliminazione di quello da 3 metri», spiega nel documento presentato in Comune e a Csu.

La presenza di un alto numero di tuffatori, con anche una sezione agonistica «ha indotto a pensare a una soluzione per reintrodurre il trampolino da 3 metri. Un’idea – già preliminarmente accolta dalla soprintendenza – per soddisfare le esigenze di allenamento evitando agli atleti lunghe trasferte, ad esempio a Milano». Si tratterebbe di posizionare il trampolino da 3 metri «parallelamente e quasi a contatto con la piattaforma esistente, usando una struttura amovibile, certificata e già in produzione. Sono previsti costi per circa 40mila euro», chiude l’architetto.

Altro passaggio è dedicato alla palestra «praticamente dismessa da 20 anni pur in un discreto stato di conservazione. La sua posizione è strategica e con il suo riutilizzo si potrebbe consolidare il servizio sportivo connesso agli sport acquatici. La palestra è ben illuminata e possiede di massima tutti gli impianti da ricollaudare e da adeguare. Sono necessari, tra i tanti interventi, quelli di manutenzione e riparazione edilizia (sostituzione di vetri, tinteggiatura) e la realizzazione di almeno 2 docce all’interno dei servizi igienici. L’utilizzo degli spazi dovrebbe consentire la compresenza di circa 30-40 persone. Budget di massima per l’intervento: 55mila euro», chiude l’architetto.

1 Marzo 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto