Stadio, settore giovanile e nuove maglie del Como 1907: gli accordi per la prossima stagione

Accordo con il Comune trovato per lo stadio Sinigaglia; partnership per il settore giovanile in via di definizione; prima e seconda maglia ufficializzate. Il tutto in attesa di conoscere nelle prossime ore (la scadenza è domani) l’elenco delle squadre che hanno fatto domanda di iscrizione alla C 2018-2019, visto che l’obiettivo del club lariano è il ripescaggio.
E anche il weekend potrebbe essere proficuo per i dirigenti, che in Sardegna incontreranno un imprenditore che pare seriamente intenzionato a entrare nella società lariana.
Prima di tutto la definizione dell’accordo con il Comune. In risposta a chi aveva paventato un problema di liquidità, il presidente Massimo Nicastro e l’amministratore delegato Roberto Felleca, hanno saldato con un bonifico immediato il debito pregresso di 25mila euro. Dopo questo passo, Palazzo Cernezzi ha concesso per due anni lo stadio al club. La giunta ha approvato la delibera sul rinnovo del contratto per l’affitto. Nell’accordo anche la concessione per l’apertura di uno store dei prodotti azzurri, che conferma l’intenzione dei dirigenti di puntare in maniera massiccia anche sul marketing.
I tifosi vi potranno trovare anche la nuova maglia prodotta dalla Hs, che sarà decisamente simile a quella dello scorso anno, ispirata a quella della stagione 1982-1983. QUI L’ARTICOLO DEDICATO ALLA NUOVA CASACCA.
Settore giovanile. Come annunciato è stata una settimana di incontri con le varie società che hanno manifestato la loro disponibilità a supportare il progetto della dirigenza lariana.
Il quadro attualmente prevede l’accordo per Berretti e prima squadra con la società Mb & Co. Management, di fatto già definito. Per le altre categorie le riunioni sono state sia con Marco Hefti di Fox Town sia con Nico Bisazza di Freedom Company.
Di fatto il suggerimento dei vertici del club è stato: «Perché non trovate un accordo di collaborazione per fare squadra tutti assieme?». Hefti e Bisazza ci stanno ragionando. In caso di mancata stretta di mano una o l’altra società farà partnership, a questo punto da sola, con il Como 1907.
Per il resto, soprattutto sul fronte della prima squadra, l’attesa è di conoscere quello che sarà il prossimo campionato. Tra B e C sono già annunciate una serie di defezioni e l’ipotesi di un ripescaggio degli azzurri non appare così lontana dalla realtà. Ma, fino a quando il quadro non sarà definito, sarà difficile avere qualche certezza. Un momento di impasse che condiziona anche le scelte del collaboratore tecnico Ninni Corda rispetto al futuro allenatore e alla rosa dei giocatori.
Massimo Moscardi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.