Stadio Sinigaglia, accordo per le perizie: Raggiunta l’intesa fra Palazzo Cernezzi e Agenzia delle Entrate

Stadio Sinigaglia Giuseppe

Futuro dello stadio Sinigaglia di Como: è arrivato il via libera ufficiale dalla giunta comunale all’accordo con l’Agenzia delle Entrate per valutare il valore immobiliare dell’impianto.
L’altro ieri è stato effettuato un sopralluogo tra i tecnici dell’Ente, i dirigenti del Comune e l’assessore al Patrimonio e demanio, Francesco Pettignano. Scopo dell’uscita, verificare lo stato dell’arte della struttura.
Entro novanta giorni l’Agenzia delle Entrate fornirà dunque all’amministrazione le tre perizie per dare modo al Comune di trattare con i privati eventualmente interessati a riqualificare lo storico impianto.
Le tre valutazioni sul valore dello stadio e degli immobili a esso collegati riguardano nel dettaglio: una l’intero complesso stadio di circa 14/15.000 posti, la palazzina uffici e la piscina, nella condizione di piena agibilità; la seconda il valore esclusivamente dell’impianto sportivo nell’attuale condizione di agibilità (circa 4.900 posti); la terza l’intero complesso considerando l’attuale condizione di agibilità, eccetto la piscina e gli uffici del Comitato Olimpico Nazionale.
Si tratta, questo, di un passaggio fondamentale per stabilire successivamente i termini di una eventuale concessione ai privati.
Per le pratiche il Comune di Como riconoscerà all’Agenzia, a titolo di rimborso dei costi sostenuti per lo svolgimento delle perizie, l’importo complessivo di 5.922 euro.
«Le perizie potrebbero arrivare anche prima dei 90 giorni stabiliti dall’accordo stipulato – spiega l’assessore Pettignano – Secondo l’Agenzia potrebbero infatti arrivare entro la fine di gennaio».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.