Stadio Sinigaglia: senza il nuovo campo, tra un anno salta tutto

Stadio Giuseppe Sinigaglia (Como)

Che si tratti d’erba sintetica o di un misto d’erba sintetica ed erba naturale, il nuovo terreno di gioco dello stadio Sinigaglia “s’ha da fare”. Pena, l’annullamento della concessione stessa che legherà per ben 12 anni la storica struttura sportiva alle sorti della società Como 1907.
Il documento d’affitto, tra i più discussi della storia recente cittadina, è pronto, anche con le ultime modifiche richieste dalla società azzurra. Però è stato inserito, rispetto alla prima stesura, anche il termine perentorio di un anno, entro il quale il nuovo campo dovrà essere realizzato. «Il Como 1907 – si legge nel contratto – si obbliga ad installare, presso lo Stadio, a suo totale onere e cura, un terreno di gioco in erba sintetica, in sostituzione del terreno in erba naturale esistente, o in alternativa un campo misto sintetico ed erba naturale, con obbligo di terminare i lavori entro il 31.08.2021, pena la decadenza della concessione, secondo quanto disposto dal successivo art. 17». Un anno di tempo per realizzare l’opera, quindi, quantificata inizialmente in oltre mezzo milione di euro, quando si trattava di terreno completamente in erba sintetica.
Nell’ultima versione del contratto di concessione dello stadio sono rimasti invece invariati gli altri termini. Ovvero la durata di 12 anni, il canone, che per la serie C è di 41.800 euro all’anno, che diventano 58.800 in caso di salita in serie B e 95.800 per l’eventuale serie A.
Il nuovo contratto annulla quello che scadrebbe a giugno e tutela in un articolo anche eventuali “progettoni” sullo stadio o sull’intero quartiere.
«Resta inteso tra le parti che qualora il Comune avviasse un progetto di riqualificazione complessiva dello Stadio, anche a seguito di proposta di Partenariato Pubblico Privato da parte di un soggetto terzo – si legge – il Comune potrà revocare in toto o parzialmente la presente concessione con conseguente risoluzione del presente contratto», revoca che avverrebbe in ogni caso al termine del campionato sportivo che si sta disputando.
Quando verrà firmato il documento? A breve, anzi a brevissimo. Dopo la conferma dell’amministratore del Como, Michael Gandler data venerdì durante la presentazione delle nuove maglie, ieri è arrivata anche quella dei due assessori che più di tutti si sono occupati della questione, Francesco Pettignano (Patrimonio) e Marco Galli (Sport).
«Già lunedì gli uffici manderanno le convocazioni al Como – spiega Pettignano – Sono fiducioso che entro la settimana arriverà la firma». «L’iter era complesso e si è finalmente chiuso», gli fa eco Marco Galli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.