Stadio Sinigaglia, ultimatum del Comune al Como 1907. Ultima settimana per un accordo

Stadio Sinigaglia veduta aerea

Ultimatum del Comune di Como alla società Como 1907. Dopo gli innumerevoli tentativi nei giorni scorsi di trovare una soluzione al contratto per la concessione dello stadio Sinigaglia e gli arretrati da saldare all’amministrazione, questa settimana dovrebbe essere, ma il condizionale è sempre d’obbligo, quella decisiva.
«Se entro domani, venerdì non riusciamo a convocare un tavolo con i dirigenti della società mi vedrò costretto a passare la questione all’ufficio legale», ha spiegato l’assessore al Patrimonio, Francesco Pettignano.
Quest’ultimo negli scorsi giorni aveva fatto sapere che la società attualmente sta occupano senza titolo lo stadio e che la cifra da saldare al Comune si aggira attorno ai 30mila euro.
La situazione sembra dunque in una fase di stallo. A rassicurare sulle intenzioni del club è comunque il presidente Massimo Nicastro che, interpellato sulla questione, risponde: «A breve sistemeremo la situazione me ne occuperò personalmente».
Infine sulle trattative in corso per la vendita del club, che sta portando avanti da tempo, dice: «Per il momento non vi sono particolari novità».
La squadra, intanto, prosegue la preparazione verso la partita di domenica prossima sul campo del Rezzato. All’inizio della settimana, come aveva annunciato, il direttore Ninni Corda ha strigliato la squadra dopo il deludente pareggio di domenica scorsa contro il Seregno. Un risultato che ha portato ad un ribaltone in vetta, con il Mantova che ha superato i lariani.
Per il match contro la formazione bresciana l’allenatore Marco Banchini potrà recuperare il capitano Federico Gentile e Silvano Raggio Garibaldi, che domenica scorsa hanno seguito, causa squalifica, la partita contro il Seregno dalla tribuna.
Non sarà invece in panchina il direttore sportivo Roberto Pruzzo, che ha rimediato l’ennesimo cartellino rosso della stagione. Per l’ex bomber di Genoa, Roma e Fiorentina è scattata una inibizione dino al 3 aprile. La motivazione: «Per essere uscito dall’area tecnica e aver rivolto espressione offensiva e gravemente minacciosa all’indirizzo di un calciatore della squadra avversaria», come è stato scritto nel comunicato.
Per i tifosi che volessero andare in trasferta a Rezzato, sul Lario è stata attivata la prevendita. I tagliandi, al costo di 15 (tribuna centrale) e 10 euro (settore ospiti) si trovano al Sinigaglia, nella sede del Como 1907.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.