Stalker e “sorvegliato speciale”. Dovrà restare lontano almeno mille metri dalla ex

La questura di Como

La polizia di stato di Como ha applicato per la prima volta la misura di prevenzione della sorveglianza speciale nei confronti di uno stalker: destinatario del provvedimento un uomo, autore di gravi azioni persecutorie nei confronti della sua ex compagna.
Lo scorso maggio il questore di Como, Giuseppe De Angelis, ha chiesto la sorveglianza speciale nei confronti di un uomo di 60 anni, residente in provincia di Como, già condannato per atti persecutori, sequestro di persona e violenza privata. L’uomo non aveva accettato la fine della relazione con una donna più giovane di lui: la tempestava di chiamate e messaggi, la pedinava, la vessava e la minacciava. Ieri la polizia ha sottoposto l’uomo alla sorveglianza speciale per due anni: in altre parole, i poliziotti verificheranno il rispetto di una serie di prescrizioni. Il 60enne non potrà allontanarsi da casa senza avvisare prima le forze di polizia; non potrà rincasare la sera dopo le 22 o uscire prima delle 7; non potrà frequentare tutti i luoghi normalmente frequentati dalla ex compagna e dovrà mantenersi a un chilometro da lei. Infine, non potrà in alcun modo contattarla.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.