Stanza degli abbracci alla Ca’ d’Industria di via Brambilla

Stanza abbracci

È stata inaugurata una nuova stanza degli abbracci della Ca’ d’Industria. Dopo quella di Rebbio, donata dal sindacato, questa è stata posizionata in via Brambilla. L’intervento è stato possibile grazie alla generosità di Paola Cresseri, figlia di un ospite della struttura. Abbracci e contatti garantiti, quindi.
Da qualche giorno, tra l’altro, tutte le residenze della Ca’ d’Industria sono tornate “Covid free”. «Finalmente – ha scritto il presidente della Fondazione, Gianmarco Beccalli in un messaggio pubblicato su Facebook – In via Varesina anche l’ultimo ospite positivo ha superato il virus. L’attesa è stata lunga, ma ci siamo riusciti. Un grazie a tutti, per la resistenza e la dedizione. Ci aspetta una nuova vita. Anche la sede di Rebbio è pronta ad accogliere nuovi ospiti. Dateci fiducia. Sapremo ripagarla».
Sono stati ben novanta i decessi in un anno nelle strutture (in particolare in via Bignanico e a Rebbio) causati dal Covid.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.