Stasera concerto classico a Villa Bernasconi

Villa Bernasconi

Sono diventati appuntamenti fissi i concerti del lunedì sera a Villa Bernasconi, gioiello liberty di Cernobbio, che il Comune organizza con la Fondazione La Società dei Concerti. E dato il successo, la chiusura della mostra “Fiori narrati” sarà spostata al 6 gennaio 2021.
Stasera alle 21 Nicoletta e Angela Feola si esibiranno al pianoforte in un programma che alternerà pagine di Schubert (Fantasia in fa minore op. 103 – D. 940), Brahms (16 Walzer op. 39) e Debussy (Petite Suite).
Con il programma a 4 mani proposto a Cernobbio, l’intento delle due pianiste è quello di ricreare la magia che si respirava nei salotti dell’Ottocento e sicuramente anche in Villa Bernasconi.
Biglietti a 10 euro con prenotazione obbligatoria su www.soconcerti.it – email: info@soconcerti.it – tel. 02.66984134.
Come detto è stata prorogata al 6 gennaio 2021 la chiusura della mostra “Fiori narrati”, L’esposizione presenta 9 selezionatissime opere di alcuni fra i più noti pittori e illustratori a cavallo fra Otto e Novecento, per i quali la bellezza femminile e quella della natura non erano intese solo come pura decorazione, ma interpretavano il sogno di un universo di eleganza e armonia da ricercare fra le mura domestiche. Tra le opere esposte si segnala in particolare la grande e rara litografia su tela di Alphonse Mucha (1860-1939) intitolata “Les fleurs”, realizzata per Home Decor nel 1894 e proveniente dalla collezione della Fondazione Arte Nova. Un’opera realizzata da Mucha all’inizio della sua carriera di illustratore, con uno stile ancora distante dai poster che lo hanno reso celebre. Dialogano con quest’opera tre litografie su carta, di una serie di quattro, del 1898, sempre di Mucha, che rappresentano donne con fiori: il garofano, l’iris e la rosa.
Da segnalare una novità nell’ambito della mostra: “Dipingimi su seta”, due corsi di 8 lezioni a cura di Rosanna Pressato. Dai fiori degli illustratori dell’Art Nouveau ai fiori e alla seta di Villa Bernasconi: si potrà imparare a dipingere su seta alcuni motivi e decori che hanno simboleggiato l’Art Nouveau e la Belle Époque. Il museo di Villa Bernasconi è aperto venerdì, sabato, domenica, lunedì e festivi dalle 10 alle 18. Biglietto unico: 5 euro. Info su www.villabernasconi.eu.
Inaugurato nel 2017, il Museo di Villa Bernasconiè un’originale realtà museale ospitata nell’omonima splendida villa liberty a Cernobbio, sul Lago di Como.La dimora venne edificata tra il 1905e il 1906 su progetto dell’architetto Alfredo Campanini come “casa alla moda” per l’ingegnere Davide Bernasconi che,di origine milanese, fondò le omonime Tessiture Serichea Cernobbio sul finire del XIX secolo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.