Statale Regina, nuovi fondi regionali contro il traffico. «Variante della Tremezzina strategica per le Olimpiadi»

Code sulla Statale Regina

Statale Regina, tutti uniti contro il traffico sempre più asfissiante.
Ieri mattina in Prefettura sono infatti state annunciate buone notizie per la viabilità futura lungo la martoriata sponda occidentale del lago. Ovvero uno stanziamento di Regione Lombardia – si tratta di 150mila euro – per nuovi sistemi di videosorveglianza e monitoraggio del traffico.
Ma non soltanto. Nell’occasione è stato affrontata anche la questione della Variante della Tremezzina. «Abbiamo la necessità di inserire la Variante tra le opere strategiche delle Olimpiadi» ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale lombardo Alessandro Fermi in relazione al progetto, che lo scorso ottobre ha ricevuto l’ultimo via libera con l’invio da parte del Provveditorato regionale della deroga richiesta per alcune questioni tecniche sorte dopo il parere del Consiglio superiore dei lavori pubblici. «Questo è un passaggio politico estremamente importante – ha proseguito Fermi – perché darebbe una forte accelerazione rispetto al termine dei lavori». Ci aspettiamo da Anas – ha poi aggiunto il sottosegretario ai rapporti con il Consiglio di Regione Lombardia, Fabrizio Turba – che finalmente a fine anno venga pubblicato il bando».
Seduti intorno a un tavolo per firmare il protocollo d’intesa sulla Regina c’erano Mauro Guerra, sindaco di Tremezzina, comune capofila dell’intesa, il presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi e il presidente della Provincia, Fiorenzo Bongiasca, oltre agli altri soggetti politici e istituzionali coinvolti. Nel dettaglio, verrà installato un impianto semaforico e di videosorveglianza nella frazione di Spurano in località Ossuccio e un altro impianto analogo in località Lenno all’intersezione della Statale con via Battaglia nel Comune di Tremezzina, regolando così il traffico a senso alternato in questo tratto ed evitando i frequenti casi di congestionamento della viabilità nelle strettoie presenti, soprattutto nei casi, frequenti, di incrocio tra mezzi pesanti. A completamento dell’intervento, saranno posizionati e installati anche pannelli a messaggio variabile per fornire indicazioni utili a chi transita. «Sulla Regina gli episodi di congestionamento del traffico comportano gravi pericoli per l’incolumità delle persone – ha detto il presidente Fermi – e per questo motivo abbiamo deciso di realizzare e continuare a implementare nel tempo un sistema di videosorveglianza e monitoraggio del traffico che integra il sistema semaforico già presente, consentendo il coordinamento dalla sala operativa della Polizia locale di Tremezzina».
L’intervento segue il primo lotto che aveva dato il via a questo sistema di monitoraggio nel 2018. Soddisfatto anche il sindaco di Tremezzina. «La giunta regionale approverà definitivamente la delibera dell’accordo di programma lunedì, Anas darà la sua autorizzazione nei giorni successivi, e noi immediatamente procederemo all’appalto. Sicuramente prima della ripresa della stagione turistica, ovvero nella primavera del 2020, avremo finito i lavori», spiega il sindaco Mauro Guerra. «Questo progetto conferma l’attenzione di Regione Lombardia per il territorio comasco. Siamo certi che il secondo lotto del sistema di semaforizzazione avrà un impatto positivo sui comuni interessati, in quanto contribuirà a ridurre l’inevitabile traffico – aggiunge Fabrizio Turba – Allo stesso tempo ci sarà un minore inquinamento e una minore difficoltà d’accesso per i soccorsi. Positività anche per il settore del turismo, costantemente in crescita in questi ultimi anni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.