Stato di salute delle scuole italiane, Como nelle retrovie, è 66esima

La città di Como vista dall'alto

Scuole lombarde, Como è nelle retrovie della classifica in tema di vetustà degli edifici, certificazioni energetiche e messa in sicurezza. È quanto emerge dalla presentazione dell’edizione annuale del rapporto di Legambiente Ecosistema Scuola che fotografa lo stato di salute delle scuole italiane. Ottima la performance di Bergamo che sale sul podio nazionale (terza), appena fuori dalla top ten Brescia (undicesima), molto indietro Como che si posizziona al 66esimo posto.
In Lombardia i comuni che partecipano all’indagine ed entrano in graduatoria sono, oltre Bergamo e Brescia, anche Sondrio (16esima), Cremona (22esima), Varese (26esima), Milano (27esima), Mantova (28esima), Lecco (29esima), seguiti da Pavia (41esima), Monza (49esima) e in fondo Como. La Lombardia è tra le regioni che hanno stanziato fondi sopra la media per la messa in sicurezza e manutenzione straordinaria e ordinaria degli edifici scolastici. Tuttavia non sempre ai fondi stanziati sono corrisposti quelli spesi. Anzi, nel 2017 a fronte di oltre 35mila euro stanziati a edificio per la manutenzione straordinaria ne sono stati spesi solo 18mila. Como, Cremona e Pavia sono le città con le maggiori esigenze. Infine la datazione degli edifici scolastici lombardi dice che il 79,6% è stato costruito prima del 1974, contro il 63,6% del dato medio nazionale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.