Stefania Beretta alla galleria Cons Arc di Chiasso

Opera di Stefania Beretta della serie "Paesaggi improbabili - Religamen"

L’artista Stefania Beretta, che vive e lavora a Verscio, in Canton Ticino, con le sue fotografie, ha ormai conquistato una fama internazionale. Nel 2009 il Museo Cantonale d’Arte di Lugano le dedica una mostra personale e in collaborazione con la Fondazione Credito Valtellinese di Milano ha realizzato diverse pubblicazioni con mostre in Sicilia, Firenze, Milano e Sondrio. Nel 2011 viene invitata assieme a fotografi di fama internazionale alla mostra Eyes on Paris presso le Deichtorhallen di Amburgo e nel 2015 la stessa mostra viene accolta al Picasso Museum di Münster in Germania. Stefania Beretta ora si appresta a una nuova esperienza espositiva con la mostra “Paesaggi improbabili – Religamen” in arrivo con testo introduttivo di Viana Conti dall’8 novembre alla galleria Cons Arc di Chiasso in via Gruetli 1, autentico tempio consacrato alla fotografia.
L’inaugurazione sarà alla presenza dell’autrice dalle 11 alle 17 e nel rispetto delle normative anticovid. Ingresso libero fino al 24 dicembre, prenotazione visita (massimo di 15 persone) scrivendo a galleria@consarc.ch o telefonando al numero 004191.683.79.49. Questa nuova mostra dal titolo Paesaggi Improbabili – Religamen (termine latino che può essere tradotto in “tenere insieme” ma anche relegàre e/o religére, nel senso di scegliere una nuova religione) fa parte di una serie iniziata nel 2006 dove Stefania interviene sulla stampa fotografica prima con la macchina da cucire e in seguito manualmente.
La mostra è accompagnata da un catalogo arricchito da un testo di Viana Conti in italiano e in inglese.
La Cons Arc che ha festeggiato trent’anni di attività espositiva in realtà ha mosso i primi passi dal 1986 incominciando ad acquisire le prime conoscenze nell’ambito dei materiali per l’archivio, la conservazione e la presentazione di fotografie e stampe d’arte. Da allora Guido Giudici, che per passione insieme alla moglie Daniela, si era occupato, con amici, della programmazione dell’attività della prima galleria di fotografia del Ticino, FotografiaOltre, oltre a conoscere l’ambiente delle gallerie d’arte, ha approfondito le necessità dei fotografi che per professione o per arte si occupavano di fotografia creando, sempre con la moglie Daniela, questo centro che è ormai diventato un vero punto di riferimento per l’arte della fotografia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.