Stefano Chiodaroli: «Vorrei tornare a Como con il mio clan di divorziate»

I tre protagonisti dello spettacolo

«Mi piacerebbe tornare a Como con questa nuova commedia. Proprio al Teatro Sociale ho un bel ricordo dei miei esordi, quando con il Trio Ottomani partecipai a uno spettacolo all’inizio degli anni ’90. Ho in mente un bellissimo scenario, storico e prestigioso. Sicuramente uno dei teatri più importanti che abbiamo». L’attore Stefano Chiodaroli per il Lario è un vicino di casa, considerate le sue origine varesine, ma al nostro territorio è comunque legato. Spesso lo si è visto protagonista di rappresentazioni nel Comasco e poi c’è il particolare ricordo dei suoi esordi, del Teatro Sociale. Un luogo dove tornerebbe volentieri con lo spettacolo “Il clan delle divorziate”, che da mercoledì 22 febbraio, fino a metà marzo, sarà in scena a Milano al Teatro Leonardo.

Una commedia francese, che già nel 2014 è stata proposta nel nostro Paese con un buon successo e che ora si ripresenta con una serie di cambiamenti, soprattutto con più riferimenti per il pubblico italiano. Anche se la sostanza della vicenda non cambia. Chiodaroli sarà sul palco con Jessica Polsky e Rossana Carretto. «Quello che andrà in scena a Milano è un esperimento – spiega Stefano Chiodaroli – proprio perché c’è un nuovo riadattamento italiano, curato da Alessandra Scotti. E ovviamente l’auspicio è che possa essere apprezzato dal pubblico: la nostra speranza è di portare questo spettacolo in tutta Italia e ovviamente anche a Como. È una scommessa, insomma, e vogliamo noi per primi capire come sarà recepita dagli spettatori. Sicuramente posso affermare che chi è venuto a vederci in passato si è divertito». La vicenda narra di tre donne divorziate, che devono riscrivere la loro vita da single convivendo in un appartamento. E Chiodaroli vestirà i panni di una delle tre protagoniste. «Qualcuno potrebbe chiedersi perché è stato scelto un uomo – afferma – Il motivo è semplice: l’autore aveva bisogno di mettere nella storia una donna brutta e trovava irrispettoso cercare… una donna caratterizzata da questo requisito. Per questo il ruolo è stato assegnato a me».

Il confronto, dunque, sarà tra Beatrice, Michela e Mary. Beatrice, quarantenne di origini aristocratiche dopo il suo primo divorzio, torna in città, a Milano, nella casa in cui è nata e cresciuta, ma non potendo permettersi di vivere da sola, senza lavorare, decide di cercare due coinquiline con cui dividere le spese. Così incontra Michela, un po’ più anziana, sarcastica e cinica e Mary, di origini inglesi, la più giovane e la più svampita. Protagonista di trasmissioni televisive di successo come “Zelig”, “Colorado Cafè”,“Saturday Night Show”e tante altre, oltre che attore teatrale e cinematografico, Stefano Chiodaroli è varesino di origine e, come detto, apprezza molto il Lario. «Sono venuto spesso dalle vostre parti a fare spettacoli – sottolinea – e l’ho sempre fatto volentieri. Amo il lago, con la sua tranquillità e la sua bellezza. E a dire la verità, ogni volta che sono passato da Como, mi sono arrabbiato con me stesso. Perché alla fine sono venuto per motivi di lavoro ed ero sempre di corsa; rimpiangevo il fatto di abitare a mezz’ora da un posto così affascinante e di non essermi mai fermato davvero ad assaporare quel bel paesaggio e un luogo che dà serenità».

Massimo Moscardi

Articoli correlati