Stefano Sala a “Notti sul ghiaccio”: «Voglio onorare al meglio la tradizione di Como»

Stefano Sala con la maestra Serena Angeli Stefano Sala con la maestra Serena Angeli

«L’obiettivo? Tenere alti i colori di Como, visto che è originaria della nostra città una grande del pattinaggio come Anna Cappellini, una tra le più importanti atlete del mondo».
È decisamente carico Stefano Sala, 25 anni, di Gravedona, che presto sarà protagonista sul piccolo schermo della trasmissione di Rai 1 “Notti sul ghiaccio”, il programma condotto da Milly Carlucci e dedicato al pattinaggio artistico sul ghiaccio, che torna in onda quest’anno per la terza edizione. A guidare la giuria che valuterà le prestazioni dei concorrenti ci sarà Simona Ventura.
Una trasmissione di cui si è parlato in questi giorni anche per l’infortunio capitato alla Carlucci durante le prove: la conduttrice si è fratturata entrambi i polsi, ma ha garantito che alla partenza, il 21 febbraio, sarà regolarmente in pista.
Sala, modello nella vita di tutti i giorni, è anche noto tra i cultori del gossip per essere il compagno di Dayane Mello, la bellissima brasiliana che a sua volta è stata tra i volti protagonisti di “Ballando con le stelle 10”.
In questo caso la sfida sarà tutta sportiva e queste giornate sono di intensi allenamenti per Sala, che viene seguito dalla maestra Serena Angeli.
A lottare con lui per la conquista del successo finale ci saranno, tra gli altri, il principe Emanuele Filiberto di Savoia, Valeria Marini, Barbara De Rossi, Giulio Base, Manuela Di Centa e l’ex sciatore Giorgio Rocca.
Proprio Rocca, valtellinese di origine, è peraltro legato al Comasco, visto che ha amici a Porlezza e si fa vedere spesso nella località sulle rive del Ceresio dove, per ragioni rallistiche (il suo team ha la sede nella zona), non è difficile trovare un altro grande dello sport, l’ex pilota di F1 Robert Kubica.
Ma torniamo a Stefano Sala, che lancerà la sua sfida a partire dal prossimo 21 febbraio. Ecco come si presenta alla vigilia dell’appuntamento su Rai 1.
«Per me questa è una sfida nuova – spiega – che sto affrontando con grande impegno. C’è un grande coinvolgimento da parte di tutti e mi sto abituando a pattinare sul ghiaccio, cosa che prima non sapevo fare. Passo le mie giornate in pista per cercare di migliorarmi».
Ma da Gravedona come ha fatto Stefano Sala ad arrivare fino a uno dei programmi più seguiti delle reti nazionali? «Qualche anno fa lavoravo nel ristorante di famiglia a Gravedona come cameriere. Un giorno arrivò il talent scout di una agenzia di modelli che mi chiese se fossi interessato a entrare nel mondo della moda. Quella è stata la mia partenza».
Dalle passerelle dell’alta moda al ghiaccio, passando anche da una esperienza musicale, visto che Sala è anche il frontman della band “The Crocks”.
«Finora posso dire che è tutto positivo – spiega ancora – Come ho detto gli allenamenti sono molto duri, ma la cosa bella è che c’è un bel cast: con gli altri protagonisti della trasmissione ci divertiamo e facciamo tante risate. L’atmosfera è sicuramente bella e positiva».
«Alla fine il nostro compito è di agire come dei pattinatori professionisti e per chi è alle prime armi non è comunque semplice – sostiene il comasco – Io non avevo mai pattinato e sono dovuto partire dalle basi. Poi a questo bisogna aggiungere le coreografie perché alla fine sul ghiaccio dobbiamo ballare. Una sfida ardua e allo stesso tempo appassionante».
L’obiettivo? «Beh… in questi casi si parte sempre per vincere e si è pronti a dare il meglio. Mi auguro di tornare a casa a rivedere il nostro lago il più tardi possibile».
E poi c’è da onorare una tradizione importante. Storicamente gli atleti lariani si sanno far valere nelle varie discipline sul ghiaccio. Non soltanto il pattinaggio, ma anche l’hockey.
«Sapere che c’è una campionessa comasca come Anna Cappellini che è considerata tra i più forti atleti del mondo è bello e sicuramente mi dà una carica in più. Ma è anche una responsabilità – ammette Sala – perché, anche se il contesto è sicuramente differente, è normale che ci sia il desiderio di fare bella figura in uno spettacolo legato a uno sport che dalle nostre parti ha una tradizione importante».
Al di là di questa esperienza sui pattini sotto le telecamere di Rai 1, Stefano Sala ama praticare altri sport. «Anche se non sono uno fissato, sia chiaro. comunque quando posso d’inverno vado a sciare sulle nostre montagne, visto che amo lo snowboard – conclude – D’estate, e non potrebbe essere altrimenti, mi piace stare sul nostro lago: dalle nostre parti, a Gravedona, si pratica molto il windsurf, cosa che apprezzo molto anch’io».
Massimo Moscardi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.