Cronaca

Steineriana, scuola sfrattata con un “buco” di 100mila euro

altLa denuncia

(f.bar.) La lettera di sfratto è stata inviata. Dalla fine dell’anno, la scuola Steineriana di Como dovrà lasciare la sede di via Mirabello a Trecallo. Motivo della decisione apparentemente irrevocabile: un debito pregresso, riferito agli anni 2004 e 2005, mai saldato. «Non ci sembra un atteggiamento corretto – dice il consigliere dell’associazione amici scuola Steineriana, Giorgio Capuccio – Questa è una scuola che si basa sul volontariato. Nessuno di noi, tranne gli insegnanti che si occupano

degli 80 ragazzi, ricevono un compenso. Anzi, sono gli stessi genitori a impegnarsi in prima persona per far funzionare il tutto. Da sempre abbiamo trovato un’intesa con l’amministrazione e non ci sono mai stati problemi. Inoltre occupiamo un immobile comunale, pagando un canone annuo, dove, ad esempio, non sono mai state eseguite opere di manutenzione straordinaria. Paghiamo anche le spese per il riscaldamento della palestra – salvo una minima quota a carico del Comune – da noi non usata se non per poche ore ma che viene invece utilizzata da quattro società sportive che hanno avuto la disponibilità dal Comune».
Tutte motivazioni che spingono l’associazione a chiedere un ulteriore incontro con l’assessore al Patrimonio, Marcello Iantorno, per cercare una soluzione. Anche perché alla Steineriana, come istituto paritario, dal 2003 non sono mai stati concessi contributi comunali spettanti alle materne attive sul territorio. «Non è nostra intenzione chiederli – precisa Capuccio – Anche se si tratterebbe di una somma considerevole». La replica da Palazzo Cernezzi arriva immediata. «Purtroppo il debito va estinto: è oltre 100mila euro. E sui contributi per le paritarie, ho fatto eseguire una verifica: non sono dovuti», spiega l’assessore Iantorno.

Nella foto:
Macchie di umidità sul soffitto della scuola Steineriana di via Mirabello (Mv)
29 novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto