Stop aggressioni al Pronto soccorso, partita da Como la raccolta firme
Cronaca, Sanità, Sindacato

Stop aggressioni al Pronto soccorso, partita da Como la raccolta firme

Troppi episodi di violenza ai danni di medici, infermieri e personale di servizio. Il sempre più difficile e delicato tema della gestione dei pazienti e dei loro parenti, in situazioni di stress e di emergenza, come può essere una sala d’attesa del pronto soccorso viene affrontato da ieri anche con raccolta firme nazionale, promossa dalla Uil Fpl e accompagnata dall’hashtag #StopAggressioni SulLavoro promossa dalla Uil Fpl. Obiettivo della petizione, che verrà presentata direttamente in Parlamento, la promozione della sicurezza nei posti di lavoro contro le aggressioni del personale al servizio del cittadino.
La raccolta firme ha preso il via proprio dal Sant’Anna di San Fermo della Battaglia, dove la situazione del Pronto soccorso è risultata più volte critica.
Il sindacato chiede a questo proposito l’intervento diretto dell’assessore di Regione Lombardia Giulio Gallera.

9 novembre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto