Stop ai “viaggi pericolosi” dei farmaci contro i tumori

alt

Sanità – Con una spesa di oltre mezzo milione di euro si metterà finalmente fine alla quotidiana spola dei preparati dall’ex ospedale al nuovo presidio
I laboratori per la preparazione sono ancora a Camerlata. Ora saranno realizzati a San Fermo

Oltre mezzo milione di euro per mettere fine alla quotidiana spola da via Napoleona al nuovo Sant’Anna dei farmaci destinati ai pazienti oncologici. Nel presidio di San Fermo della Battaglia, nell’ambito della farmacia, sarà realizzato a breve il laboratorio Umaca, destinato appunto alla preparazione di medicinali per la lotta al cancro.
Nella fase di realizzazione del presidio di San Fermo, il laboratorio Umaca (Unità Manipolazione Chemioterapici Antiblastici) non era stato realizzato per

problemi organizzativi e tecnici. La struttura, altamente specializzata, è rimasta dunque nel vecchio Sant’Anna, in via Napoleona. Quotidianamente, ormai da 3 anni, per 4 volte al giorno i farmaci preparati nell’ex ospedale vengono poi spostati nel nuovo. Un’operazione complessa, visti gli elevati standard di sicurezza necessari per lo spostamento di questo tipo di medicinali.
Tre anni dopo l’inaugurazione del Sant’Anna bis, l’azienda ospedaliera ha deciso di ovviare a questo problema realizzando a San Fermo il laboratorio. Per portare a termine i lavori è stata prevista una spesa complessiva di circa 570mila euro, Iva esclusa. L’unità sarà realizzata all’interno della farmacia, al livello -2 del presidio sanitario di San Fermo della Battaglia. Il progetto prevede i lavori di adattamento dei locali, l’allestimento degli arredi, l’installazione degli impianti e soprattutto dei particolari sistemi di trattamento dell’aria necessari per poter effettuare le attività di preparazione dei farmaci chemioterapici antiblastici.
L’azienda ospedaliera ha già indetto il bando di gara per assegnare i lavori. I termini per la presentazione delle domande sono scaduti una settimana fa e l’apertura delle buste è prevista lunedì prossimo. Al momento, non è ancora noto dunque il numero dei partecipanti che abbiano fatto un’offerta valida. La commissione valuterà i progetti dal punto di vista tecnico ed economico. Completate le procedure di gara, i lavori dovrebbero partire in tempi rapidi. Al momento però, l’azienda ospedaliera non ha ancora indicato la data di apertura del cantiere. Fino all’attivazione della nuova Umaca, a San Fermo, continuerà a funzionare il laboratorio di via Napoleona.

Anna Campaniello

Nella foto:
Al momento i farmaci contro il cancro vengono ancora preparati nel vecchio Sant’Anna

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.