Storie semiserie per famiglie consapevoli, il saggio delle psicologhe Patrizia Dugoni e Barbara Veronelli

La copertina del saggio "legami di corte"

Sorridere di fronte a quello che ci pare un problema insormontabile non è sempre segno di superficialità, anzi. Lo sapevano bene i filosofi antichi che raccomandavano la pratica dell’ironia e dell’umorismo come esercizi per rafforzare il carattere.
I genitori portano un fardello non indifferente in questo tempo di isolamento sociale, di paure per la salute e di ansie per il futuro. Un aiuto prezioso per loro, e per chi affronta emergenze in famiglia, è il libro “Legami di corte. Storie semiserie e sagge riflessioni sulle dinamiche familiari”, uscito per le edizioni Paoline e scritto da Patrizia Dugoni e Barbara Veronelli psicologhe e psicoterapeute con alle spalle anni di esperienza e impegno nelle politiche educative, anche nel Comasco.
È importante comprendere che cosa accade ai bambini per saper affrontare in modo equilibrato le difficoltà che via via si presentano, e se lo si fa con uno strumento che utilizza una modalità accessibile è sicuramente più facile.
Non un trattato di psicologia, dunque, ma una raccolta di storie scritte, anche con ironia e umorismo, sui momenti di passaggio e i cambiamenti tipici delle varie fasi di crescita che attraversano le famiglie.
Patrizia Dugoni è l’autrice delle storie, esperta in psicologia giuridica e delle dipendenze, ha svolto consulenza per enti pubblici ed è tecnico di parte per i genitori in separazione. Svolge attività clinica per adulti, coppie, famiglie e insegna in una scuola di specializzazione in psicoterapia. L’erbese Barbara Veronelli, autrice delle “sagge riflessioni”, si dedica all’attività clinica con i minori, coppie e famiglie. Alle spalle ha anni di esperienza come Tecnico d’ufficio per i tribunali di Como e Lecco, collabora con scuole e servizi di tutela minori.
«L’idea di scrivere sulla famiglia e sulle storie famigliari nasce dal desiderio di rivedere in chiave ironica la realtà che ci circonda così da renderla più facile da comprendere e meno complicata di quanto possa apparire», scrivono le autrici nell’introduzione. “Legami di corte” si rivolge ai genitori e agli addetti ai lavori che non hanno timori a “prendersi in giro” nel loro ruolo, senza per questo dimenticarsi delle loro funzioni. I legami raccontati nel libro si sviluppano all’interno di un contesto fantastico ma non per questo meno reale e meno rappresentativo di quello che accade nelle famiglie, di qualsiasi tipo esse siano.
Una sorta di grande “condominio orizzontale” in cui vivono quindici nuclei familiari e intorno a cui ruotano zii, amici, maestre, vicini di casa come le pettegole “comari del burraco” e gli “anziani della briscola”. Tutti tenuti sotto controllo dall’attento portinaio Pietro.
Ogni famiglia simboleggia situazioni prese dalla vita di tutti i giorni e i componenti di ciascuna portano in scena difficoltà, emozioni, pensieri, gesti che, tessuti insieme tra loro, compongono un ampio affresco di vita familiare da prima della nascita dei figli fino all’infanzia. E dietro ogni cognome (di fantasia) si cela tutto un mondo: ci sono i Senzapace, famiglia allargata alla ricerca di un figlio, gli Ebasta alle prese con un bimbo nel suo primo anno di vita, i Chiacchiaretta che si interrogano sulle capacità comunicative del figlio, i Guastadisegni alle prese con l’arrivo di un fratellino o di una sorellina, gli Strazzacapa che stanno accompagnando per la prima volta il figlio a scuola… e via così, dentro il complicato e mai uguale microcosmo delle dinamiche degli affetti.
I racconti della quotidianità sono seguiti da riflessioni in chiave psicologica sulle dinamiche famigliari inerenti a quella specifica età dei figli o alle situazioni che possono venirsi a creare nei momenti di passaggio e di crescita; un aiuto per rendere un po’ più chiari agli adulti i segnali che i bambini lanciano e per aiutare i genitori a comprendere e sostenere i propri figli.
Altra preziosa e utile aggiunta è la sezione che, a fine di ciascuna storia e capitolo, fornisce giochi, suggerimenti, libri, suggestioni dal mondo dell’arte, del cinema e della musica. Un modo divertente per approfondire con altri linguaggi i temi affrontati nelle storie semiserie.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.