Strade e ambiente: Bongiasca diventa l’arbitro

conferenza stampa Fiorenzo Bongiasca

Numeri e date, tanti, riassunti però in una sola missione, collaborare e fare da collante tra enti per realizzare importanti progetti sul territorio.
Il presidente della Provincia di Como, Fiorenzo Bongiasca, ha chiamato a raccolta la stampa per un bilancio dei suoi primi due mesi di lavoro. Lavori per scuole, nuove strade (Variante della Tremezzina e di Cantù), battello spazzino, forno crematorio e elezioni per il rinnovo del consiglio di Villa Saporiti, in programma il 7 aprile.
Bongiasca ha ricordato gli investimenti diretti sulle scuole per quasi quattro milioni di euro. Riguardo viabilità e strade, sono due le varianti a tenere banco. La prima è quella della Tremezzina, dove la partita non si gioca a Villa Saporiti, ma a Roma. Ruolo chiave della Provincia invece per la Variante di Cantù. La Regione ha messo sul tavolo 1,3 milioni, ne serviranno il doppio per il collegamento che parte dalla rotonda del centro commerciale Cantù 2000.
Bongiasca è entrato anche nel merito di alcune questioni che vedono la sua amministrazione fare da arbitro, in particolare con il Comune di Como. A iniziare dal forno crematorio.
«Il Comune di Como – ha confermato Bongiasca – a inizio dicembre ha presentato l’istanza corretta. Già il giorno dopo la Provincia ha fatto partire le richieste di pareri, procedura che si chiuderà subito dopo le feste – ha detto sempre il presidente – Se da questi pareri non emergerà nessuna criticità la Provincia rilascerà il provvedimento che autorizza le emissioni in atmosfera alla fine di gennaio».

L’approfondimento sul Corriere di Como in edicola sabato 29 dicembre

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.