Strade insicure, a Como un quartiere è in rivolta dopo l’ennesimo incidente

Un'immagine del luogo dell'investimento in via Acquanera
Un’immagine del luogo dell’investimento in via Acquanera

È polemica ad Albate, quartiere a Sud di Como, sulla sicurezza stradale dopo l’investimento di un bambino di otto anni.

Il piccolo non ha fortunatamente riportato ferite gravi. Ma l’episodio ha riacceso i riflettori sulla sicurezza di via Acquanera, una strada molto trafficata sulla quale si affacciano alcune scuole e un centro sportivo.

Su Facebook, nel gruppo di quartiere, alcuni residenti si sfogano. «Questa via con due scuole, una struttura sportiva cosi grande e a così alta densità di popolazione e traffico non ha marciapiedi adeguati».

I residenti parlano di «vergogna» e di «pedoni che devono fare slalom tra le macchine per passare nelle ore di punta. I bambini e ragazzi sostano in mezzo alla strada per attendere il bus e sono sempre a rischio investimento».

I cittadini di Albate, nei mesi scorsi, avevano organizzato un’assemblea pubblica e raccolto anche firme chiedendo al Comune di trovare soluzioni per rendere la via e l’attraversamento più sicuri. Fino a questo momento, dicono, non c’è stata alcuna risposta.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.