Strage di Capaci, oggi la commemorazione in città

falcone borsellino

Oggi, sabato 23 maggio, il Comune di Como e il Centro Studi Sociali contro le mafie-Progetto San Francesco aderiscono all’iniziativa di Anci per la commemorazione delle vittime della strage di Capaci che, quest’anno, viene dedicata anche a tutti coloro che negli ultimi mesi si sono prodigati nella difficile gestione dell’emergenza sanitaria.
Dalla mattina nel cortile di Palazzo Cernezzi sarà esposto un lenzuolo bianco, divenuto simbolo della lotta contro la mafia dopo la morte di Giovanni Falcone. Alle ore 17.57 all’albero Falcone, ai giardini a lago, il sindaco di Como Mario Landriscina, l’assessore alla Sicurezza del Comune di Como Elena Negretti, Benedetto Madonia e Claudio Ramaccini, rispettivamente presidente e direttore del Centro Studi Sociali contro le mafie – Progetto San Francesco, osserveranno un minuto di silenzio e deporranno una corona di fiori.
Nell’attentato di Capaci, sull’autostrada fra Palermo e Trapani, il 23 maggio del 1992 morirono il giudice antimafia Giovanni Falcone, la moglie (anch’ella magistrato) Francesca Morvillo e i poliziotti Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani.
Poco meno di due mesi dopo, il 19 luglio del 1992, avrebbe poi perso la vita, sempre per mano della mafia, il giudice Paolo Borsellino, che di Falcone era collega e soprattutto amico.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.