Strage di Erba, è stata respinta l’istanza di revisione di Azouz

Azouz Marzouk

Strage di Erba, la Procura di Milano ha respinto la richiesta di Azouz Marzouk di revisione della sentenza di condanna all’ergastolo a carico di Olindo Romano e della moglie Rosa Bazzi, condannati per l’omicidio di Raffaella Castagna, del figlioletto Youssef, della madre di Raffaella, Paola Galli, e di una vicina di casa, Valeria Cherubini.
Un crimine efferato che risale all’11 dicembre 2006, ossia a 13 anni fa.
L’istanza presentata da Azouz Marzouk, che ha più volte dubitato della colpevolezza dei coniugi Romano, è stata dichiarata inammissibile dall’avvocato generale Nunzia Gatto, anche perché in primo luogo lo stesso Azouz, in qualità di persona offesa (padre e marito di due delle vittime della strage erbese del 2006), non ha alcun titolo per richiedere la revisione.
Il 39enne tunisino, nel corso di diverse interviste rilasciate in tempi recenti, aveva messo in dubbio la colpevolezza di Olindo Romano e della moglie Rosa Bazzi, e il suo legale, l’avvocato Luca D’Auria, ha contestato proprio la genuinità della confessione dei due coniugi erbesi, e chiesto anche una “audizione urgente” di Rosa Bazzi.
L’istanza di attivazione della revisione, presentata lo scorso aprile, però, come detto, è stata respinta.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.