STRAGE DI ERBA, LA CASSAZIONE CONFERMA L’ERGASTOLO

Al termine di circa quattro ore di camera di consiglio, i giudici della Corte di Cassazione hanno confermato questa sera la sentenza di primo e di secondo grado: «Ergastolo per Rosa Bazzi e Olindo Romano».
La sentenza era attesa per le 21, ma già poco dopo le 20 i giudici avevano letto il loro verdetto nelle aule romane. Una decisione che conclude il capitolo della strage di Erba, chiudendo per sempre la cella dei coniugi di via Diaz, a questo punto colpevoli dell’uccisione di quattro persone: Raffaella Castagna, il piccolo Youssef, la nonna Paola Galli e la vicina di casa Valeria Cherubini. E del tentato omicidio di una quinta vittima, Mario Frigerio. Il supertestimone della strage che con la sua testimonianza ha dunque finito con l’essere una volta di più decisivo per la condanna. Una giornata in cui, comunque, non sono mancati i colpi di scena, con la revoca della costituzione di parte civile da parte del marito di Raffaella Castagna, Azouz Marzouk, non convinto che i coniugi Romano siano effettivamente i killer di via Diaz.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.