Strage di Erba, l’ira dei figli di Frigerio dopo le parole di Azouz Marzouk

Olindo Romano e Rosa Bazzi

Sono adirati Elena e Andrea Frigerio, i figli di Valeria Cherubini, una delle quattro vittime della strage di Erba, e di Mario, unico sopravvissuto dell’11 dicembre 2006, morto anch’egli qualche anno dopo la strage di via Diaz.
Adirati e increduli per l’iniziativa di Azouz Marzouk, che giovedì scorso ha chiesto alla Procura generale di Milano di trovare nuove prove che portino alla revisione della sentenza di condanna all’ergastolo dei coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi.
I figli di Mario Frigerio, e di Valeria Cherubini «chiedono che sulla strage di Erba sia posta la parola fine – ha detto ieri il loro legale, Manuel Gabrielli secondo quanto riportato da Etv – e rivendicano la correttezza dell’iter processuale, anche per rispetto nei confronti di tutte le vittime».
Ma Azouz Marzouk, che potrebbe tornare a maggio in Italia – tra due mesi scade infatti il provvedimento di espulsione dal nostro Paese – insiste. E dice anche di sapere chi è stato ad uccidere il figlio, la moglie, la suocera e la vicina di casa.
Ieri, durante la trasmissione Pomeriggio Cinque, è stata mandata in onda un’intervista telefonica in cui il 39enne tunisino dice di aver letto tutte le carte del processo e di conoscere il nome dei veri assassini. Il marito di Raffaella Castagna è tornato sulla sua tesi di indagini incomplete. «Mancano intercettazioni e analisi delle immagini delle telecamere», ha detto infatti Azouz. Il quale ha concluso: «So chi aveva interesse ad ammazzare mia moglie e mio figlio».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.