Straordinari della Polizia locale, potrebbe pagare il Como

Una pattuglia della Polizia locale allo stadio Sinigaglia

Il Como 1907 – la società di calcio cittadina che oggi ha iniziato il proprio cammino casalingo nel campionato di serie B ospitando l’Ascoli e perdendo per 1-0 – potrebbe pagare gli straordinari della polizia locale cittadina per le partite giocate allo stadio Sinigaglia. Usare il condizionale è al momento d’obbligo, perché l’accordo tra Comune e club non è stato ancora siglato e messo nero su bianco, ma i termini sono ormai definiti e la firma potrebbe arrivare in breve tempo, aprendo così la strada a una forma di collaborazione positiva e tutt’altro che scontata. Anzi. Questo potrebbe diventare un modello per altre società di calcio anche della stessa serie B.
«Il Como si sta dimostrando molto disponibile non solo in questo campo, ma in tutti i settori che richiedono un dialogo tra la società e il Comune», spiega Elena Negretti, assessore alla Sicurezza di Palazzo Cernezzi.
Il club di via Sinigaglia si sarebbe detto quindi disponibile a contribuire per il pagamento degli eventuali straordinari degli agenti della Polizia Locale di Como per le partite in casa, collaborando con il Comune. Ovviamente non sarebbe a carico del club il normale servizio di sicurezza e di ordine pubblico svolto dalle forze dell’ordine, ma solamente – come detto – lo straordinario della Polizia Locale. «In base alla convenzione che ci lega con Cantù, Mariano ed Erba – conclude il comandante della Polizia Locale cittadina, Vincenzo Aiello – per i servizi in straordinario potremo contare anche sui colleghi di questi Comuni, grazie anche alla collaborazione dei rispettivi comandanti».


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.