Strappa una collana a una pensionata: arrestato tunisino

Polizia di Stato

In sella alla sua bici, una pensionata di 78 anni di Como si era fermata al semaforo di viale Cavallotti. Attendeva il verde quando un tunisino di 19 anni le si è avvicinato e le ha strappato dal collo la catenina con un ciondolo d’oro prima di fuggire a piedi e allontanarsi, facendo perdere le proprie tracce. La donna, che fortunatamente non è caduta, ha chiesto aiuto alle forze dell’ordine e ha descritto il malvivente che l’aveva derubata, arrestato poche ore dopo da un agente della polizia ferroviaria nel sottopasso della stazione San Giovanni. Aveva nascosto il gioiello rubato in un calzino. La pensionata è stata derubata nel tardo pomeriggio di mercoledì.

L’anziana, spaventata ma illesa, ha fornito un resoconto preciso e dettagliato alle forze dell’ordine di quanto accaduto e delle caratteristiche del giovane che le aveva strappato la collana. La sala operativa della questura di Como ha diffuso l’identikit del giovane ricercato per il furto, descritto dalla vittima. Attorno alle 22, il presunto responsabile è stato notato dall’agente della polfer, che lo ha bloccato e ha chiamato i poliziotti delle volanti. Il tunisino, che risulta residente a Vigevano (Pavia), è stato arrestato con l’accusa di furto con strappo, aggravato dal fatto di aver infierito su una vittima che difficilmente avrebbe potuto difendersi. Ieri mattina, il 19enne è comparso in Tribunale a Como per il processo con rito direttissimo. Il giovane è stato condannato a 300 euro di multa e a un anno di reclusione, pena che dovrà scontare nel carcere del Bassone, dove è già stato trasferito. Al termine del periodo di detenzione sarà espulso dall’Italia.

Articoli correlati