Streaming d’autore nel ricordo di Morandini

Film cinema

Una novità per cinefili vede al centro il “guru” lariano della critica cinematografica, Morando Morandini. Critico e giornalista cinematografico dalla poliedrica personalità, Morando Morandini è stato essenziale per l’evoluzione linguistica dell’arte cinematografica.
Era nato nel 1924 a Milano, e la sua città nel 2014 lo aveva premiato con l’Ambrogino d’oro. Ma era molto legato al Lario: animatore del pionieristico “Circolo del cinema” di Como nei primi anni Cinquanta, imparò il “mestiere” muovendo i primi passi giornalistici al quotidiano l’“Ordine” di don Peppino Brusadelli, nell’immediato dopoguerra. Morandini ha legato il suo nome all’omonimo dizionario del cinema per i tipi di Zanichelli, che nell’edizione 2020 scheda 27mila film (16mila sull’edizione di carta) usciti dal 1902 all’estate 2019 e 1.110 serie televisive.
A Morandini, morto nel 2015, la Fondazione Cineteca Italiana ha dedicato “La biblioteca di Morando”, uno spazio speciale dove immergersi nella lettura e nello studio del cinema, dedicato al grande critico cinematografico. Proprio la sua vasta biblioteca (composta da oltre tredicimila volumi, lettere, fotografie, faldoni di appunti a partire dal 1952) è stata donata dalla famiglia alla Cineteca di Milano. La biblioteca sorge nel luogo che ha ospitato per tanti anni lo storico archivio cinematografico di via Sammartini lungo il percorso pedonale e ciclabile del Naviglio Martesana.
All’interno della Biblioteca si trova il murale dedicato a Morando, realizzato dall’artista cubano Ascanio in occasione dell’inaugurazione nell’aprile 2017.
Nella struttura da settembre 2019 è attiva anche la “Videoteca di Morando”, una vasta library di film consultabili in biblioteca da una postazione dedicata. Al momento sono presenti nel catalogo più di 500 titoli, e ogni settimana verranno caricati almeno 20 nuovi film. Oltre alla consultazione in loco di Dvd e Blu-ray, la videoteca offre anche un servizio streaming, grazie al quale è possibile visionare online filmati esclusivi, restaurati e digitalizzati appositamente dal Mic Lab di Cineteca Italiana.
Per accedere al catalogo dei film, e al relativo servizio di prenotazione, occorre registrarsi o loggarsi da un apposito menu sul sito www.cinetecamilano.it. Il progetto di catalogazione del ricco materiale di Morandini è tuttora in corso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.