Studenti universitari come guida. Dalla fiera di Sant’Abbondio un esperimento riuscito

Le visite al chiostro
La fiera di Sant’Abbondio, simbolo della tradizione comasca, e l’università, il futuro del territorio. Un accostamento affascinante, che si è concretizzato nei giorni scorsi durante la sagra che celebra il patrono di Como. Gli studenti dell’Università dell’Insubria hanno guidato centinaia di comaschi all’interno del chiostro di Sant’Abbondio, restaurato nel 2007 e consegnato all’accademia insubre come sede-gioiello. Un gioiello, però, che spesso viene ignorato dai comaschi, non foss’altro per la posizione un po’ defilata rispetto al centro; e così, durante la fiera di Sant’Abbondio che richiama ogni anno

migliaia di cittadini, ateneo e studenti hanno sfruttato l’occasione per aprire il chiostro alla città, offrendo a lariani e turisti visite guidate all’interno del complesso.
In questo modo, i comaschi hanno anche potuto informarsi sull’offerta formativa dell’Università comasco-varesina.
«È stata un’esperienza molto positiva, assolutamente da ripetere», commenta Giorgio Protasoni, del bar “Animal House”, punto di ritrovo degli studenti all’interno del complesso di Sant’Abbondio.
«I ragazzi, per primi, hanno avanzato ai vertici dell’ateneo la richiesta di poter organizzare visite guidate del chiostro e presentazioni dell’offerta formativa universitaria. Nei giorni della fiera – spiega ancora Protasoni – ho visto centinaia di comaschi ammirare con stupore il chiostro di Sant’Abbondio; qualcuno ha pure commentato, con aria soddisfatta, che non sempre i soldi delle tasse vengono sprecati».
Protasoni si congratula quindi con i protagonisti dell’iniziativa: «Complimenti agli studenti, complimenti all’ateneo che ha collaborato con loro. Esperienze simili vanno ripetute, poiché il contatto tra la città e il mondo universitario è fondamentale, se vogliamo che l’ateneo sia un motore di sviluppo del territorio», conclude il barista comasco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.