Stuprarono giovane, saranno impiccati

La 23enne morì giorni dopo. Respinto l'ultimo appello in India

(ANSA) – NEW DELHI, 18 DIC – La Corte suprema indiana ha respinto oggi l’appello finale di uno dei quattro uomini condannati a morte per lo stupro di una studentessa su un autobus che transitava in un quartiere bene di New Delhi nel dicembre 2012: il caso suscitò violente proteste nella capitale indiana, anche in seguito alla morte della ragazza 23enne due settimane dopo le violenze in un ospedale di Singapore. La decisione della Corte apre la strada all’esecuzione delle pene capitali per impiccagione dei quattro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.