Successi di Ballerini e Bagioli: Davide Cassani elogia il Canturino

Davide Cassani e Gianni Bugno ospiti dello Yacht Club Como

Due successi di altissimo livello. Sabato il comasco Davide Ballerini ha conquistato in Belgio, nelle Fiandre, la “classica” Omloop Het Nieuwsblad. Domenica è toccato ad un altro lombardo, Andrea Bagioli, imporsi in Francia alla Drôme Classic. Entrambi, tra l’altro, sono portacolori della medesima formazione, la Deceuninck– Quick-Step e domani saranno in gara in Italia, esattamente in Liguria, al Trofeo Laigueglia.
Affermazioni che hanno rilanciato il pedale tricolore in questo inizio di stagione, giunte grazie a due atleti che in passato hanno vestito la maglia del Club Ciclistico Canturino. E alla società del presidente Paolo Frigerio sono giunti elogi graditissimi, attraverso i social, da parte del direttore tecnico delle Nazionali italiane, Davide Cassani (a sinistra nella foto, con lui Gianni Bugno).
«Anche oggi il ciclismo italiano ha sussurrato la sua verità – ha scritto Cassani sabato dopo l’affermazione di Ballerini – Perché dico sussurrato? Perché la vittoria odierna di Davide Ballerini alla Omloop Het Nieuwsvlad, che in qualche modo e per gli esperti equivale ad un piccolo Giro delle Fiandre, non è una vittoria clamorosa, ma comunque una vittoria importante. Importante perché viene da una terra e su un percorso non propriamente amicali per i colori italiani e perché è la continuità di un periodo piuttosto favorevole. Ballerini è un corridore importante per l’Italia perché è giovane, perché ha mezzi, perché ha un futuro davanti. E sono già 11 i successi italiane in questo inizio di 2021. Sono felice».
Poi domenica, dopo il primo posto di Andrea Bagioli, l’ulteriore messaggio del direttore tecnico: «È molto bello ripetersi: appena ieri avevo scritto che il ciclismo italiano in questi frangenti piuttosto turbolenti si sta facendo onore sulle strade di tutta Europa. Dopo la vittoria di Davide Ballerini in Belgio, oggi il successo di una giovane promessa.
«Andrea Bagioli, un ragazzo di 21 anni appena, ha staccato tutti vincendo la Drôme Classic, in Francia – ha aggiunto il direttore tecnico azzurro – Lo scorso anno, nonostante la giovane età, lo portai al Mondiale come titolare e fece una bella corsa. È un momento importante, credetemi. È il momento in cui si comincia a raccogliere ciò che è stato seminato. Andrea Bagioli è un ragazzo davvero forte, lo scorso anno uno dei pochi a battere Primoz Roglic (in una tappa al Tour de l’Ain). Bravo in salita, dotato di un discreto spunto veloce, vincente nel cambio di ritmo. Ha tutto per diventare un grande corridore, anche il carattere e la furbizia». Poi il gradito post scriptum: «Davide Ballerini e Andrea Bagioli hanno militato, da Juniores, nel Club Ciclistico Canturino. I complimenti a loro».
Parole che, come detto, in Brianza hanno fatto molto piacere. Raggiunto telefonicamente dal Corriere di Como, lo stesso Cassani ha aggiunto: «Quella citazione era doverosa. È giusto ricordare chi mette il grande impegno nel settore giovanile e lavora per far crescere i nostri ragazzi. Il Canturino, in questo senso, ha svolto una opera preziosa valorizzando atleti che si stanno ritagliando un ruolo importante». Il riferimento non è soltanto per Ballerini e Bagioli, ma anche per un altro atleta in rampa di lancio, Alessandro Fancellu, che nel 2021 correrà tra i “Pro” con la Eolo-Kometa. Lo stesso Cassani lo chiamò ai Mondiali Juniores in Austria del 2018 e fu ripagato da una splendida medaglia di bronzo. «Alessandro è pronto – dice ancora – Lo seguiamo da anni al pari di Ballerini che, ricordo, convocai nel gennaio del 2015 in Argentina, per farlo partecipare con la maglia azzurra al Tour di San Luis. È l’opera che una Federazione deve fare: seguire e valorizzare i suoi corridori promettenti».
«Mi piace inoltre ricordare che lo stesso Ballerini – afferma Cassani – in Nazionale nel 2019 ha vinto la prova in linea dei Giochi europei a Minsk e lo scorso anno ha avuto un ruolo fondamentale nella vittoria di Giacomo Nizzolo nel campionato continentale in Francia».
Un’ultima domanda è a questo punto ovvia. Il Mondiale 2021 di ciclismo si svolgerà nelle Fiandre, sulle strade che Ballerini predilige. Il comasco potrà esserne protagonista? Cassani non fa pretattica. «Preferisco evitare giri di parole. È ovvio che Davide in quel percorso può avere chance importanti. Lo so io e lo sa anche lui – conclude – Negli ultimi due anni non è stato chiamato per un tracciato non adatto alle sue caratteristiche e per problemi di condizione. Ma è logico che per il 2021 il suo nome ha già fin da ora grande considerazione».
Alle parole di Davide Cassani risponde ben volentieri Paolo Frigerio, presidente del Club Ciclistico Canturino, società che peraltro nel 2020 si è tolta la soddisfazione di conquistare il Tricolore Juniores in Veneto con Andrea Montoli.
«Ovviamente ringrazio il direttore tecnico azzurro – afferma Frigerio – Le sue parole ci fanno piacere e sono un premio per tutte le persone che fanno parte, in un modo o nell’altro, della nostra società. Le gestione di un club Juniores non è mai facile, visto che i ragazzi arrivano dagli Allievi e di fatto entrano in una categoria propedeutica al professionismo».
«In ogni caso, al di là dei risultati – aggiunge il presidente – Io tengo molto al discorso scolastico. È la raccomandazione che faccio ad ogni raduno: prima di tutto conta studiare, perché serve per la vita; la carriera ciclistica dura pochi anni».
Il sodalizio brianzolo per questo 2021 ha tra l’altro ingaggiato un promettente irlandese, Adam Gilsenan. «La cosa bella – conclude Frigerio – è che soggiorna a Cantù nel college del Progetto Giovani della squadra di basket. Mi piace questa collaborazione tra associazioni che operano in sport differenti e allo stesso tempo il fatto che ragazzi di differenti nazioni e discipline possano conoscersi a confrontarsi. Hanno tutto da guadagnare».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.