Successo Orticolario

Fiori variopinti, frutti colorati, ma anche suoni del bosco e dell’acqua, hanno accolto i visitatori della quarta edizione di Orticolario.
Moltissime le persone che hanno scelto, complice la bella giornata di ieri, di trascorrere qualche ora a Villa Erba per vedere da vicino le proposte della manifestazione, con inevitabili disagi al traffico di Cernobbio, anche per l’istituzione del senso unico in prossimità della Villa. Tappa d’obbligo quasi per tutti, lo stand con la rosa dedicata alla
stilista Vivienne Westwood, in visita venerdì come madrina della kermesse.
«Non accade tutti i giorni di dedicare una rosa a un’inglese, visto che sono tra i migliori al mondo – racconta Vittorio Barni di Rose Barni di Pistoia – Lei era entusiasta del colore e ne ha volute alcune piante da mettere nel suo giardino. Mi ha raccontato che ama molto stare nel verde e che nella sua casa adora coltivare l’orto. La rosa è piaciuta moltissimo ai visitatori anche perché è una varietà che dura fino al termine dell’autunno e non richiede particolari manutenzioni».
E se le rose restano tra le varietà più apprezzate dai visitatori, convincono anche fiori e frutti in cucina. Orticolario, per molti, è anche l’occasione di assaggiare qualche novità dolciaria, come quelle prodotte da Annalisa Boz.
«Sono tre anni che veniamo a esporre i nostri prodotti qui sul Lago di Como e siamo entusiasti del risultato – dice in un eccentrico abito rosso l’ideatrice di La Cucina di Annalisa – Tra le novità, la torta al cioccolato fondente con le rose e quelle al gelsomino, davvero molto particolari. Anche se devo dire che le meringhe alla violetta e al mandarino restano tra i prodotti più apprezzati».
Piante e fiori commestibili si sono aggiudicati anche il podio del miglior allestimento del giardino.
La giuria estetica ha premiato, infatti, il “Giardino d’Amor Novo” di Anna Piussi e Marco Carmazzi. Begoniette, garofanini, erbe aromatiche, ma anche varietà di peperoncino, compongono questo singolare giardino che richiama in modo chiaro l’idea del chiostro.
«Questo premio è stata una vera sorpresa – racconta Anna Piussi – Mi sono ispirata al giardino d’amore medievale ed ecco perchè la scelta di queste sedute verdi. Per terra, al posto dell’erba, c’è un tappeto di fragole, simbolo della passione dello spirito e della gola».
Per gli espositori un primo bilancio più che positivo, ma il giudizio dei visitatori qual è?
«È la prima volta che vengo ma devo dire che è un’esposizione fantastica – dice Carlotta Pedroni, giunta da Parma per vedere da vicino la kermesse – Ho appena acquistato una pianta francese che è una vera rarità. Gli espositori sono tutti di altissimo livello, la cornice è bellissima e resa ancora più particolare da questi allestimenti che ben si inseriscono negli spazi verdi».
Della stessa opinione è anche Maria Petrolini. «Sono rimasta colpita dagli allestimenti e dalla qualità degli espositori – dice – Non pensavo che fosse così bella, è stata una sorpresa. Ho seguito varie esposizioni, sia in Italia sia all’estero, e credo che questa di Cernobbio sia di altissimo livello, non soltanto per quanto riguarda il nostro Paese». Famiglie, coppie, ma anche gruppi di amici, il pubblico resta vasto e non soltanto di esperti del settore. E tra uno stand e l’altro c’è anche il tempo per un po’ di relax su morbidi cuscini vista lago o purpuree coperte, tra giochi d’acqua e musiche della natura. La quarta edizione sembra convincere – visto anche il numeroso pubblico intento ad assistere ai laboratori d’arte floreale all’esterno della Villa – anche se tra i fedelissimi c’è chi ha notato qualche differenza rispetto al passato, complice forse anche la crisi.
«Sono un’appassionata di Orticolario e torno tutti gli anni – dice Francesca Di Mari – Se devo essere sincera, quest’anno mi sembra che ci siano meno visitatori ed espositori. Rispetto agli altri anni, inoltre, hanno dato più spazio agli oggetti che ai fiori».

Francesca Guido

Nella foto:
Moltissimi i visitatori che ieri hanno affollato la fiera di Villa Erba per visitare la grande esposizione di piante e fiori e oggetti di artigianato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.