Successo per la sfilata di moda all’Insubria

sfilata di moda all'Università dell'Insubria

Nonostante il tempo inclemente ieri ha avuto successo nel pomeriggio la sfilata di moda dedicata ai temi della seta, della donna e dell’economia sostenibile promossa nel chiostro dell’Università dell’Insubria di via Sant’Abbondio. L’iniziativa voleva porre un accento diverso e di grande attualità sulla moda: l’accento etico. La sfilata «Mappe. Avventure di creatività femminile» a cura di Francesca Gamba si è ispirata a due donne eccezionali, Ellen Swallow Richards, chimica, la prima donna che ottenne una laurea al Mit nel 1873 e che è oggi considerata fondatrice dell’ecologia e dell’ingegneria ambientale; e Rosa Parks, famosa attivista dei diritti civili degli Afro-americani.

Oggi lo spirito della sfilata viene ribadito in una altra inziativa dell’Università dell’Insubria e del Centro speciale di scienze e simbolica dei beni culturali: dalle 14 alle 18 nell’Aula Magna del Chiostro di Sant’Abbondio, a Como è in programma il convegno «Africa & Moda. I wax, i cotoni stampati d’Africa specchio di una nuova cultura dell’abito e del dinamismo africano». Il convegno si apre con i saluti di Stefano Serra Capizzano, prorettore vicario dell’Università dell’Insubria, di Andrea Taborelli, presidente del Gruppo Filiera Tessile di Unindustria Como, e di Paolo Bellini, direttore del Centro speciale di scienze e simbolica dei beni culturali. Davide Alesina Maietti, direttore dell’Accademia Aldo Galli Ied di Como, modera gli interventi di: Anne Grosfilley, antropologa e autrice del volume «Wax. Antologia dei cotoni stampati d’Africa» che viene presentato nell’occasione; Francina Chiara, storica del tessuto e della moda e docente dell’Università Cattolica di Brescia; Francesco Paolo Campione, docente di Antropologia culturale all’Insubria; Barbara Pozzo, direttrice del Didec; Anna Pozzi, giornalista; Daniele Brigadoi Cologna, docente di cinese all’Insubria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.