«Sui primi smartphone problemi con il tasto d’accensione»

L’esperto di manutenzioni
(f.bar.) L’universo Apple ha conquistato il mondo in 8 anni. Il primo modello di iPhone è piombato sul mercato nel gennaio del 2007. E la crescita è stata inarrestabile. Così come è aumentato parallelamente l’entusiasmo degli utenti ad ogni nuovo uscita. Ma anche nella galassia iPhone, non sono mancati i problemi. E nei diversi centri di assistenza sparsi in città, se per gli altri smartphone non è possibile creare una casistica dei difetti maggiormente diffusi, è invece diversa la situazione per i melafonini.
«Storicamente gli iPhone presentano problemi con il tasto d’accensione e il tasto home», dice Stefano Terraneo, che gestisce un centro di assistenza e riparazioni in centro.
In passato, diversi modelli hanno fatto registrare tale anomalia. Le ultime notizie risalgono addirittura al marzo del 2014 quando l’azienda di Cupertino ha richiamato diversi modelli di smartphone prodotti fino al mese di marzo del 2103, proprio per anomalie legate al pulsante di accensione e spegnimento.
«È vero. Confermo. Basti dire che chi arriva da me con un iPhone, in più del 50% dei casi, mi lascia il telefonino in assistenza proprio per un problema con questo pulsante. In passato ci furono altrettanti disagi anche con il tasto “home”. Anomalia questa che è però stata prontamente risolta – aggiunge sempre Terraneo – A parte questa casistica, per il resto sono ottimi prodotti. Certo accade, come naturale, che si possano presentare anche altri problemi, ma non con una frequenza simile a quella del pulsante di accensione». Un altro punto debole, segnalato specialmente nel modelli 5s, era anche la scarsa durata della batteria. Tanto che i possessori di alcuni iPhone 5 riscontrarono problemi di durata e la Apple avviò subito un programma di sostituzione. Difetti che i due nuovi modelli lanciati dalla casa di Cupertino lo scorso martedì dovrebbero avere superato.
Ma fuori dall’universo creato dall’icona Steve Jobs, come vanno gli altri smartphone?
«Non ci sono problematiche che si ripropongono ciclicamente – aggiunge sempre Stefano Terraneo – Nell’ampia gamma degli altri prodotti, infatti, i problemi sono sicuramente più variegati. Si può così passare da anomalie nel display a piccoli malfunzionamenti in fase di accensione. Alcuni difetti si manifestano spesso anche nel collegamento alla rete». In generale si tratta però, soprattutto per i prodotti di ultima generazione «di oggetti sicuramente affidabili e dalle ottime prestazioni. Ovvio che si possano presentare dei problemi in ogni modello», conclude sempre l’esperto comasco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.