Sul grande schermo torna “Fear and desire” di Kubrick

altCapolavoro restaurato all’Uci di Montano

Anche i comaschi, martedì (doppia proiezione alle 20.15 e alle 22.30), potranno ammirare sul grande schermo l’esordio di un genio assoluto del cinema. All’Uci di Montano Lucino sarà infatti proposto, in versione restaurata in alta definizione dalla Library of Congress di Washington e doppiato in italiano, Fear and desire, primo vero film del regista americano Stanley Kubrick, uscito sessant’anni fa, nel 1953 (nella foto, una delle scene più drammatiche). Kubrick, che si fece conoscere

giovanissimo come fotografo per la rivista “Life” e con tre documentari (Flying Padre e Day of the Fight del 1951 e The Seafarers del 1953), qui è alle prese, per la prima volta, con un mediometraggio in cui subito rivela il suo grande talento affrontando, come farà poi lungo varie tappe del suo percorso, l’antimilitarismo e la critica alla violenza. Ecco la trama. Quattro soldati di un non specificato esercito si ritrovano dietro le linee nemiche dopo l’abbattimento del loro aereo. Sterminano una pattuglia nemica e catturano una ragazza, poi uccisa durante un tentativo di fuga. Localizzato un comando nemico, pianificano l’omicidio di un generale. Ma l’alto ufficiale e il suo attendente hanno lo stesso volto. In questo film surreale protagonista è dunque la guerra con il carico di paure e la voglia di riscatto sociale che genera nell’animo umano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.