Cultura e spettacoli

Sul lago l’esperta che libera le energie vitali

altOspite a Cernobbio Lucia Giovannini, la “life coach” italiana più famosa
Lucia Giovannini ha dedicato buona parte della sua vita all’esplorazione delle potenzialità e delle capacità che ogni essere umano possiede in nuce. È considerata la life coach italiana per eccellenza e il suo curriculum internazionale spazia dalla psicologia alla neuro-semantica: ha un dottorato in Psicologia e Counselling, un Bachelor in psico-antropologia ed è membro dell’American Psychological Association. Nei suoi numerosi viaggi attraverso Asia, Africa, America Latina e Oceania, Lucia

Giovannini ha studiato con grandi maestri dai quali ha appreso insegnamenti e tecniche uniche che armonizzano il sapere orientale con le tecniche di psicologia tradizionali. Nel 1999, ha fondato l’associazione “BlessYou!” che si occupa di sviluppo della consapevolezza personale e sociale.
Da quasi vent’anni, con il marito Nicola, conduce corsi e conferenze per privati e aziende in tutta Europa e in Asia.
Il metodo proviene dal Right Question Institute di Cambridge, in Massachusetts. Numerosi i bestseller di Lucia Giovannini: Tutta un’altra vita, Mi merito il meglio, Libera la tua vita e l’ebook Crea il lavoro che vuoi, che hanno all’attivo numerose ristampe.
Domani sera , alle 20.45, Lucia Giovannini darà un saggio delle sue capacità comunicative nella Sala Municipale di Cernobbio, invitata dall’associazione “Stringhe Colorate”, e offrirà gratis un mini-corso in occasione della presentazione del suo nuovo libro Il potere delle domande (Sperling&Kupfer). Il sociologo comasco Alberto Terzi introdurrà la serata (partecipazione gratuita, con iscrizione alla mail: terzi.alberto@gmail.com).
Dottoressa Giovannini, non è facile essere positivi, di questi tempi.
«Mai come ora soffriamo di solitudine. È necessario ricostruire il concetto di comunità, un gruppo fisico o virtuale dove poter essere accolti, confrontarci, dare e ricevere supporto».
La domanda che spaventa tutti è: «Sei felice?»: in genere svicoliamo o ci proteggiamo con lo scudo del cinismo.
«È così: si va avanti come caterpillar salvo poi accorgersi che non si è per niente felici. E allora perché non dare retta più spesso alla parte più profonda di noi? Sono le persone infelici quelle che creano maggiori problemi nella società, nelle aziende, nelle famiglie, non quelle felici. Ma spesso siamo noi stessi a impedirci di vivere pienamente. Bisogna darsi il pieno permesso di essere felici e lasciare che la nostra serenità sia contagiosa».
Il suo ultimo libro si apre con l’analisi di un rimprovero che spesso da bambini ci siamo sentiti rivolgere: «Smettila di fare domande, non è educato».
«Viviamo in un sistema che non stimola le domande ma premia risposte, spesso preconfezionate. Non siamo allenati alla critica: accettiamo le nozioni che ci vengono impartite senza fare domande. Ecco perché vorrei che questo mio libro venisse utilizzato anche nelle scuole e nelle aziende. Non è solo un manuale di crescita personale, influisce anche sul sociale. Certo, non esistono risposte per tutti, ma tutti possiamo imparare a farci le domande giuste e possiamo mobilitare le nostre risorse più profonde, imparando a evitare quelle che io chiamo “domande disfunzionali” che creano una spirale negativa fino alla depressione».

Katia Trinca Colonel

Nella foto:
Lucia Giovannini, considerata la life coach italiana per eccellenza
15 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto