Sul Lario è febbre da gioco. Imprese del settore a +58%

Confronto tra 2012 e 2013

Sul Lario non si ferma l’amore per giochi e scommesse. Secondo uno studio diffuso ieri dalla Camera di Commercio di Milano, infatti, in provincia le imprese specializzate nel settore sono cresciute addirittura del 58,3% rispetto allo stesso periodo 2012. In particolare, le attività riguardanti lotterie, scommesse e case da gioco sono 5; le ricevitorie per Lotto, Enalotto e Totocalcio sono 53; i locali che gestiscono le diverse apparecchiature che funzionano a gettone

o moneta sono 8; e, infine, le attività dello stesso settore ma raggruppate nella voce “altre tipologie” sono 10. In totale, quindi, sono ben 76 le imprese attive in provincia nell’ambito dei giochi e delle scommesse, mentre nel 2012 si erano fermate a 48. Per quanto riguarda il dato regionale, nell’ultimo anno le imprese specializzate, tra sedi e unità locali, sono aumentate del 43,4% (passando da 936 a 1.342). Crescono soprattutto la gestione di apparecchiature a moneta o a gettone (+79,4%) e le ricevitorie del Lotto (+76,5%). Tra le province lombarde, Milano è prima con 521 attività, il 38,8% del totale regionale, seguita da Brescia (162, 12,1%) e Bergamo (141, 10,5%). Quarta Monza e Brianza (120, 8,9%). Tra chi cresce percentualmente in un anno spiccano Brescia (+107,7%), Varese (+83,3%) e Bergamo (+60,2%).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.