Sul mare d’inverno non tramonta il sole

alt

Le feste e le spese
I comaschi continuano a prenotare le vacanze dicembrine sulle spiagge d’Egitto

(f.bar.) Aria di vacanze. I comaschi sono in partenza anche se, per il Natale 2013, è impossibile stilare una classifica delle mete più gettonate. «L’importante è però che si parta – dice con un sorriso Giorgio Mariani di Frigerio Viaggi – Fortunatamente, non ci possiamo lamentare. Certo è cambiato il modo di organizzare le partenze ma i risultati non sono male. Se un tempo si programmava il Natale o l’ultimo dell’anno già a ottobre, quest’anno ho definito tutti i viaggi in ballo soltanto

nella prima decade di dicembre».
Il ritardo si spiega anche con la crisi che non permette alle famiglie di prevedere con largo anticipo la spesa per le vacanze. Ma non è l’unico motivo.
«Lo stop prolungato alle partenze con destinazione Egitto, per i noti motivi, ha influenzato molto questo inverno. Il via libera per ripartire con le destinazioni di mare egiziane è arrivato a metà mese e in molti non se la sono sentita comunque di partire. Abbiamo però riempito i pochi voli in partenza».
Le mete marine esercitano da sempre un richiamo irresistibile per vari motivi. L’Egitto è relativamente vicino, “separato” soltanto da poche ore di fuso orario. Sono pressoché garantiti sole e caldo e vi si possono trovare offerte diversissime per una settimana di soggiorno: dal villaggio a basso costo per i giovani o le famiglie, fino ai resort di lusso. Ecco allora che, in passato, i classici 7 giorni con partenza il 24 o il 26 dicembre facevano segnare il tutto esaurito.
«È una consistente fetta di mercato che è mancata nel 2013. Si sta riprendendo soltanto ora – aggiunge Giorgio Mariani – Un’alternativa a pari prezzo, si può partire da 500 euro in su, e pari comodità non c’è».
Dove stanno dirigendosi dunque i comaschi? «Vanno molto bene i pacchetti da 2 o 3 giorni alla scoperta dei mercatini di Natale. A partire da Innsbruck. O città come Barcellona. Per chi non può fare a meno del mare e del caldo siamo riusciti a vendere anche soggiorni nell’Oceano Indiano. Piacciono pure i tour in Marocco. Insomma, comaschi indecisi fino all’ultimo ma poi alla fine vogliosi di partire».
I turisti lariani sono in cerca in ogni caso di mete differenti. Vanno bene infatti i voli per gli Emirati Arabi, Dubai, Oman e Zanzibar. Anche se Paolo Perazzoli, di Viaggi Plinio, si mostra cauto. «Diciamo che, complessivamente, la crisi si sta facendo sentire ancora. Ci siamo salvati grazie alla ripresa di uno dei nostri prodotti più richiesti, i soggiorni in Liguria per i pensionati. Sotto Natale sono andati molto bene pacchetti anche da 2 settimane – dice Perazzoli – Per il resto, abbiamo organizzato alcuni tour in Italia. Poco estero, anche perché i viaggi verso l’Egitto sono ripartiti soltanto da pochi giorni. Speriamo che chi alla fine ha rinunciato al viaggio di Natale stia risparmiando per Pasqua». Vacanze al fotofinish dunque.
«Gli ultimi giorni sono andati decisamente molto bene. Prima abbiamo registrato una certa freddezza – dice Claudia Pozzi, di Ganesh Viaggi – I comaschi si sono messi in viaggio o stanno per farlo. Inoltre, è ripartita anche la destinazione Egitto, meta solitamente richiesta. Bene anche i pacchetti montagna. Bene Zanzibar e alcuni fortunati che hanno scelto il Sudamerica».

Nella foto:
La Sagrada Familia è una delle attrazioni di maggior richiamo per chi vola a Barcellona

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.