Cronaca

Sull’appalto del calore scoppia una guerra da 36 milioni di euro. Legacoop: «Fermate la gara»

 

alt L’apertura delle buste è prevista il primo luglio

Una guerra da 36 milioni di euro. È quella (sotterranea) in corso da mesi intorno all’appalto di fornitura del gas e della manutenzione degli impianti indetta dal Comune di Como nel maggio 2012 e giunta, ora, alla vigilia dell’apertura delle buste pervenute a Palazzo Cernezzi (3 in tutto). Ciò che finora non è mai emerso, però, è stata la durissima contestazione delle modalità di gestione della gara da parte dell’amministrazione. Ad attaccare frontalmente la giunta del capoluogo, con un’ultima

lettera datata 21 giugno 2013, è Legacoop (organizzazione che, insieme ad Acsm-Agam ha presentato una delle offerte per l’appalto del calore). A scrivere direttamente al sindaco Mario Lucini, agli assessori Silvia Magni, Daniela Gerosa e Marcello Iantorno, oltre che al presidente del consiglio comunale di Como, Franco Fragolino, e al capogruppo del Pd, Stefano Legnani, è stato il dirigente provinciale dell’organizzazione cooperativa, Renato Brenna. Con un unico obiettivo, peraltro chiaramente dichiarato: «La gara da 36 milioni di euro deve essere sospesa subito».
Tre i motivi fondamentali messi nero su bianco da Brenna. Innanzitutto, Legacoop sottolinea il fatto che «la gara che il responsabile del procedimento, Antonio Ferro, vuole aggiudicare, si fonda su un capitolato predisposto dalla passata giunta» e sarebbe stata indetta «precipitosamente il 18 maggio 2012, 4 giorni prima dell’insediamento della nuova amministrazione e del sindaco Lucini». Contestata, poi, «l’impostazione superata» del capitolato, letteralmente smontato in più parti sulla base di asseriti «autorevoli riscontri» scientifici.
Ma il vero fattore discriminante, quello che – secondo Legacoop – dovrebbe convincere il Comune a non aprire le buste il prossimo primo luglio, è un altro ancora. E cioè il fatto che Palazzo Cernezzi «è uno dei quattro comuni italiani, insieme con Milano, Trieste e Lecce, scelti da Anci Nazionale e Nomisma per il progetto pilota “Efficientamento e valorizzazione immobiliare”». Un progetto che consentirebbe, sempre a detta di Brenna, «di disporre a titolo gratuito di significativi test energetici sul proprio patrimonio, ma soprattutto potrà avere indicazioni qualificate e innovative circa la definizione della strategia e degli obiettivi di intervento nel campo dell’efficientamento energetico». E siccome Como ha già formalmente aderito alla proposta (pur risultando assente a un evento legato all’iniziativa svolto il 10 giugno scorso), l’indicazione di Legacoop sarebbe di attendere almeno i risultati di questo esperimento (attesi entro dicembre 2013) prima di assegnare la gara.
Insomma, a fronte di queste motivazioni, Legacoop chiude la missiva inviata a sindaco, assessori e consiglieri affermando che l’eventuale scelta di non sospendere l’appalto e aprire comunque le buste il prossimo primo luglio «sarebbe un delitto». E, soprattutto, si determinerebbe un «danno» alla città a causa dell’assegnazione di «un servizio inadeguato, per 9 anni e al costo di più di 36 milioni di euro».

E.C.

Nella foto:
L’appalto per la fornitura del combustibile da riscaldamento e la gestione degli impianti comunali è stato indetto nel maggio del 2012
28 giugno 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto