Sulle strade del Lario l’Ecogreen Aci Como. Una sfida dedicata alla mobilità sostenibile

Auto elettrica

Procede a passi spediti l’organizzazione dell’Ecorally, curato dall’Aci di Como con una serie di aziende impegnate nel settore delle auto elettriche e della mobilità sostenibile.
Un nuovo evento di carattere motoristico va ad aggiungersi, oltre al Trofeo Aci Como-Etv (in ottobre), ad avvenimenti sempre gettonati come il salone B Motor Show (il prossimo fine settimana a Lariofiere ad Erba) e il Concorso d’Eleganza Villa d’Este (a Cernobbio sabato 25 e domenica 26 maggio).
La curiosità, però, è per l’Ecogreen Aci Como, che si svolgerà il 27 e 28 aprile. Non un rally tradizionale, con prove speciali dove vince chi fa il minor tempo, ma una competizione di regolarità per vetture elettriche (ma non solo) in cui bisognerà passare con precisione nei punti di controllo orario, tenendo conto anche della carica di energia dei propri mezzi.
Su determinati tratti di percorso i conduttori dovranno mantenere una media oraria prestabilita. Una sfida che si basa dunque su principi ecologici. Nello specifico, la competizione si compone con un mix di prove speciali a media con rilevamento segreto, abilità di guida a basso consumo (energy saving) e strategie per la corretta gestione della quantità di energia per la ricarica delle batterie della vettura. Al via saranno ammesse, oltre alle auto elettriche (che dovrebbero essere 25), anche quelle ibride, a metano e a Gpl (5).
Tra i concorrenti che hanno già dato la loro adesione figura Nicola Ventura, campione italiano di questa specialità.
In programma quattro manche: la prima denominata “Brianza” (dalle 9 alle 12 di sabato 27 aprile), la seconda “Ghisallo” (dalle 15 alle 18 dello stesso giorno), la terza “Giro del lago in notturna” (dalle 21 a mezzanotte) e l’ultima della “Val d’Intelvi” (domenica 28 dalle 8 alle 11).
Ogni manche, della lunghezza di 100 chilometri, dovrà prevedere almeno due prove speciali a media per una lunghezza complessiva di almeno 40 chilometri. Ma cosa sono le “prove speciali a media”? Sono quei tratti di percorso inseriti in una manche nei quali i conduttori devono mantenere una media oraria prestabilita. La partenza di ogni auto sarà nel minuto imposto nella tabella tempi e distanze, con rilevamenti anche in punti segreti.
Le partenze, le verifiche tecniche e i punti di ricarica per le vetture dell’Ecogreen Aci Como vedranno il proprio quartier generale in una location che non poteva essere più azzeccata: il Tempio Voltiano di Como, che celebra il grande scienziato comasco Alessandro Volta.
Gli arrivi, la cerimonia finale e di premiazione si terranno domenica 28 dalle ore 12 e verranno invece svolte in piazza Cavour, nel cuore della città, lo stesso punto da dove scatta ogni anno il Rally Aci-Etv.
A seguire, e fino alle ore 16, sarà possibile scoprire un’esposizione di automobili e motociclette elettriche e confrontarsi con tante novità sul mondo della mobilità “green”.
Una manifestazione aperta a tutti – specificano gli organizzatori – in cui potranno gareggiare sia piloti professionisti, amatori, o semplici curiosi. Serve comunque una licenza che viene rilasciata dall’Ufficio sportivo dell’Aci di Como, al quale fare riferimento per avere ulteriori informazioni (che si possono trovare sul sito acicomoecogreen.it) o per conoscere la prassi per essere abilitati.
La manifestazione sarà promossa questo fine settimana a Lariofiere in occasione dell’evento B Motor Show, dove ci saranno auto elettriche che gli spettatori potranno guidare. Oggi alle 11 è prevista la conferenza stampa di presentazione. Non solo. Alla gara è stato abbinato un convegno dedicato alla mobilità sostenibile che si svolgerà il 17 aprile a Villa del Grumello a Como.
«Il primo Ecogreen è una tappa – ha commentato sul nostro giornale Nini Binda, ex assessore alla viabilità di Como e consigliere dell’Aci – il viaggio è ancora lungo e tortuoso, perché viene da molto lontano e da ritardi accumulati in tantissimi anni».
«La vera consolazione – ha aggiunto – sta nel fatto che Como sta prendendo la direzione giusta, spero senza alcuna intenzione di tornare indietro, dando aria agli spazi verdi, limitando il cemento, cercando di essere una città che respira, questa è la sfida, ma Como è sempre stata la città delle sfide».
Non è mancato un accenno alle auto dell’Ecogreen Aci: «Quanto ai mezzi elettrici in cui credo fermamente da tempo: il mondo è in movimento, noi siamo in movimento, il movimento è la novità che porta ad entrare in una nuova era, in cui per la prima volta le vetture vengono progettate per una mobilità sostenibile».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.