Sulle vette della fede con Don Pablo Domínguez

Martedì al cinema Astra
Il centro “Paolo VI” e l’Associazione Cattolica Ente Comasco Cinema si apprestano a presentare al pubblico lariano il film “L’ultima cima” del regista Juan Manuel Cotelo. Protagonista è Don Pablo Domínguez, teologo appassionato di alpinismo che ha scalato tutte le cime spagnole di 2.000 metri, le cime delle Alpi di 4.000 metri, e vette ancora più alte in America e Asia.
Quando poteva, celebrava sempre la messa sulla cima. Il regista Juan Manuel Cotelo lo ha conosciuto quasi per caso ed è rimasto colpito dal suo carisma. Dopo dodici giorni dal loro incontro, Don Pablo è morto in un incidente di montagna sul Moncayo, l’ultima cima spagnola che non aveva scalato. La proiezione del film sarà preceduta da una breve introduzione del critico cinematografico Andrea Puglia ed è in programma per martedì 7 gennaio, alle 21, al Cinema Astra di viale Giulio Cesare 3 a Como. Ingresso 6/4 euro (quest’ultima tariffa è per i soci del centro culturale “Paolo VI” di Como e per chi ha meno di 18 anni). Per ulteriori informazioni, mandare un messaggio di posta elettronica all’indirizzo email segreteria@ccpaolosesto.it, o telefonare al numero 331.85.73.594.
Il ruolo del pubblico
Privo del sostegno di case di produzione e distribuzione, e senza spendere neanche un euro in pubblicità, “L’ultima cima” è un caso classico di “passaparola”: si è diffuso nei cinema spagnoli a macchia d’olio grazie al gradimento del pubblico. Uscito in sole quattro sale a Madrid, è stato poi proiettato in 168 cinema in tutta la Spagna, vicendo anche un prestigioso premio cinematografico iberico. E in Italia? Il passaparola ha funzionato anche da noi, anche se più lentamente. Tutto comincia nel 2010 con una prima proiezione all’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma, e poi una seconda, nel corso della terza edizione del Fiuggi Family Festival. I giornali e le agenzie ne iniziano a parlare, Rino Cammilleri lo segnala sul suo blog, in uno dei suoi spigolosi antidoti. Poi a maggio del 2011 un’altra proiezione all’International Catholic Film Festival e al Festival Mirabile Dictu, dove vince un altro premio come miglior documentario.
La svolta avviene quando a vedere il film è Francesco Travisi, insegnante di educazione musicale a Firenze, che se ne innamora e decide che farà di tutto per diffonderlo anche in Italia. Si occupa personalmente di curarne una prima edizione italiana sottotitolata, contatta il regista e organizza una prima proiezione a Firenze, baciata da un tale successo da convincerlo a cercare altre strade per portare “L’ultima cima” in altre città. Il programma aggiornato delle proiezioni si trova sul sito www.laultimacima.it che propone anche una photogallery dedicata al documentario, attualmente disponibile anche in formato dvd.

Nella foto:
L’immagine simbolica del film “L’ultima cima” del regista Juan Manuel Cotelo scelta per la locandina che lo promuove

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.