Suonano i campanelli e lanciano sassi contro i vetri di un palazzo di Cantù: in manette fratello e sorella

Carabinieri di Cantù, caserma di via Manzoni

Notte agitata – conclusa con due arresti – in via Giulio Cesare a Cantù. Fratello e sorella nigeriani, il primo di 21 anni la seconda di 30, hanno iniziato a suonare ai campanelli di un condominio pretendendo di essere accolti in casa da alcuni connazionali (regolari). Il fatto alle 4 della mattina. Fratello e sorella hanno anche scagliato pietre, danneggiando il portone di ingresso dello stabile. Una guardia giurata ha tentato di intervenire, venendo aggredita verbalmente dalla coppia. I due sono stati arrestati dai carabinieri del Radiomobile, intervenuti in seguito alle segnalazioni dei vicini di casa. Fratello e sorella hanno tentato di opporre resistenza anche ai militari: sono stati arrestati e dovranno rispondere sia della resistenza a pubblico ufficiale (in direttissimo) sia del danneggiamento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.