Supercoppa, Cantù cerca il riscatto

Pecchia contrastato al tiro da Cinciarini nel match con Milano

Domani sera, alle 20, seconda gara del girone A contro la Germani Brescia

Domani sera, alle 20, l’Acqua San Bernardo Cantù scende in campo contro Germani Brescia nella seconda gara del girone A di Supercoppa. Esordio per i bresciani dopo il lungo stop del lockdown, mentre invece la squadra di coach Pancotto cerca il riscatto dopo la netta sconfitta di giovedì contro Milano. Si gioca in un PalaDesio chiuso al pubblico contro una compagine che, per il terzo anno consecutivo, prenderà parte a una competizione internazionale e che dunque, in vista degli appuntamenti in Euro Cup, ha notevolmente rafforzato il suo roaster.
Il team bresciano allenato da coach Vincenzo Esposito ha messo a segno colpi importanti in diversi reparti. Il canadese Kenny Chery in regia affiancherà il playmaker Luca Vitali, 35 anni, alla sua quinta stagione con la maglia bresciana. L’ala Drew Crawford è un altro importante acquisto del mercato bresciano, mentre Salvatore Parrillo, a Cantù dal 2016 al 2019, è l’ultimo innesto nel reparto play-guardie.
La guardia titolare è Tyler Kalinoski, lo scorso anno in Turchia al Bandirma insieme al canturino Jaime Smith. La Pallacanestro Brescia può contare poi sull’esperienza del capitano David Moss (anche se c’è allarme per un problema muscolare) e dell’ala forte Brian Sacchetti, oltre che sul talento di TJ Cline, americano con cittadinanza israeliana che in maglia Hapoel Holon ha disputato un triennio molto positivo. Il centro titolare della Germani è il serbo Dusan Ristic, 24 anni, formatosi negli Stati Uniti, che però, a causa di alcuni problemi burocratici, non è ancora riuscito ad aggregarsi al resto del gruppo. Sarà perciò un altro ex canturino, Christian Burns, a prendere spazio al centro dell’area.
«Fa molto piacere avere l’opportunità di ritornare in campo dopo tanti mesi di stop – è il commento di coach Vincenzo Esposito – A noi la Supercoppa servirà per riprendere confidenza col pallone e conoscere i nuovi giocatori, oltre a continuare il processo di crescita iniziato tre settimane fa con la preparazione fisica e tecnica per l’annata nuova».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.