Supercoppa, Cantù chiude con un successo. Il commento di Sodini

Cantù Assigeco

Cantù ha chiuso la sua esperienza in Supercoppa con una vittoria. A Desio la S.Bernardo-Cinelandia Park ieri ha infatti superato per 73-60 i piacentini dell’Assigeco. Non una buona partenza per i brianzoli, che hanno perso la prima frazione (15-21) poi – alzando l’intensità e chiudendo le maglie in difesa – i padroni di casa hanno conquistato il successo, uscendo dal palazzetto tra gli applausi del pubblico.

Una affermazione ininfluente per la Supercoppa visto che, perdendo con Treviglio all’esordio, la squadra di coach Marco Sodini ha subito vanificato le possibilità di accedere al turno successivo.

“Commentare la partita sarebbe una sciocchezza – ha sottolineato al termine il tecnico Sodini – perché conta soprattutto la valutazione del momento rispetto a quello che è il nostro obiettivo, il campionato. In questa fase anche le squadre di prima fascia fanno fatica perché sono in rodaggio. Serve una visione più complessiva, fatto salvo che si vorrebbe vincere sempre e che sette giorni fa con Treviglio abbiamo fatto brutta figura”.

“I giocatori in questo momento possono essere in difficoltà per due motivi – ha aggiunto Sodini – sia perché devono interpretare quelle che sono le richieste tecniche, sia per i differenti valori rispetto ai carichi di lavoro. E in questo momento la preparazione è imperniata sul campionato”.

Il tecnico indica quello che deve essere il marchio di fabbrica della sua squadra: “Una solida difesa. Ai mio giocatori ho chiesto di tenere sempre gli avversari sotto i 50 punti. Non sempre ci riusciremo, ma questo deve essere l’obiettivo. Ora la nostra deve essere una serena progressione lavorativa, cercando di eliminare i nervosismi quando qualcosa non funziona”.

Il campionato della Pallacanestro Cantù scatterà domenica 3 ottobre con la sfida interna contro Capo d’Orlando.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.