Suu Kyi all’Aja, accusa genocidio errata

Caso Rohingya

(ANSA) – ROMA, 11 DIC – La leader birmana Aung San Suu Kyi ha sostenuto oggi davanti alla Corte penale internazionale dell’Onu all’Aja che l’accusa di ‘genocidio’ nei confronti della minoranza musulmana dei Rohingya è "incompleta ed errata". Lo riportano i media internazionali. L’Onu ha apertamente accusato la Birmania di pulizia etnica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.